Chiudi

Su e Zo Detour a Dorsoduro!

Sono aperte le prenotazioni per il progetto “Su e Zo Detour – le visite guidate della Su e Zo per i Ponti”: i posti sono limitati, perciò vi raccomandiamo di prenotare presto la vostra visita guidata, per non rischiare di rimanere delusi! E’ sufficiente compilare il modulo di prenotazione alla pagina web “Prenotazioni”.

I “Su e Zo Detour” sono le nuove visite guidate a Venezia ispirate dai percorsi della Su e Zo per i Ponti. Un modo per ammirare e conoscere Venezia in maniera più approfondita, con un ritmo più lento, accompagnati alla scoperta della sua arte e della sua storia da una guida turistica autorizzata, in piccoli gruppi, in tutta sicurezza e serenità. Gli itinerari sono progettati e organizzati in collaborazione con la Cooperativa Guide Turistiche Autorizzate di Venezia e il ricavato delle quote di partecipazione, una volta coperti i costi, andrà a sostenere i programmi di solidarietà della Su e Zo per i Ponti.
Nelle scorse settimane abbiamo cominciato a conoscere anche qualche dettaglio in più su ciascun itinerario in programma (vedi i precedenti post con tag “Su e Zo Detour”): dopo gli itinerari nel sestiere di San Marco, San Polo, Santa Croce, Cannaregio e Castello, oggi scopriamo la visita guidata programmata per il sesto e ultimo Sestiere di Dorsoduro!


DETOUR A DORSODURO: “Le donne a Venezia: storie di arti e mestieri”
Domenica 22 Agosto 2021

Questa visita guidata ci porta a scoprire come è cambiata la vita, il ruolo e l’identità delle donne a Venezia nel corso dell’800 e del primo ‘900, periodo di grandi trasformazioni economiche, sociali e culturali. Nel sestiere di Dorsoduro avevano sede stabilimenti industriali come la Manifattura Tabacchi e il Cotonificio Veneziano, che occupavano soprattutto manodopera femminile. Donne lavoratrici nelle fabbriche, ma anche negli spazi urbani di Venezia dove sono meno netti i confini tra luoghi pubblici e domestici: le case si aprivano sulle calli dove le donne potevano lavorare alla luce come ricamatrici o “impiraperle” (“impiraresse” in veneziano). La visita ci porta a omaggiare anche donne diventate famose nel mondo come Rosalba Carriera, pittrice e ritrattista del ‘700, oppure Peggy Guggenheim, collezionista d’arte e mecenate statunitense ma veneziana di adozione.


DETOUR A DORSODURO: “Dorsoduro Museum Mile”
Domenica 21 Novembre 2021

Il sestiere di Dorsoduro, da Campo della Carità alla punta della Dogana, presenta uno straordinario percorso culturale: il Dorsoduro Museum Mile accoglie il visitatore in un circuito lungo poco più di un miglio, tra il Canal Grande e il canale della Giudecca, facendolo viaggiare lungo otto secoli di storia dell’arte mondiale: dai capolavori della pittura veneziana medievale e rinascimentale delle Gallerie dell’Accademia, ai protagonisti della scena dell’arte contemporanea esposti a Punta della Dogana, passando per le storiche case-museo di Vittorio Cini e di Peggy Guggenheim, che ospitano le collezioni di questi grandi mecenati. Una pausa in Campo della Salute, per ammirare la Basilica di santa Maria della Salute, espressione del barocco veneziano e arrivo in punta della Dogana per ammirare il Bacino di San Marco e le isole di San Giorgio Maggiore e della Giudecca.


I nostri suggerimenti al termine della visita guidata:

*  ingresso con biglietto ridotto per i Soci TGS Eurogroup


Vi ha incuriosito la presentazione dei Su e Zo Detour di Dorsoduro? Prenotali subito alla alla pagina  “Prenotazioni” del sito web Su e Zo per i Ponti nella sezione dedicata ai Su e Zo Detour!

Tornate presto a visitare il sito www.suezo.it: la prossima settimana scopriremo i Detour della Su e Zo per i Ponti, per concludere la presentazione di tutti gli itinerari in calendario con un vero e proprio omaggio alla nostra passeggiata di solidarietà!

Lo Staff della Su e Zo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.