Chiudi

Viaggiando da casa alla scoperta dei Beni del FAI: Casa Bortoli, Venezia

Nuovo appuntamento per la rubrica “Viaggiando da casa” e seconda puntata alla scoperta dei beni FAI in Veneto (vedi precedente post: “Viaggiando da casa: alla scoperta dei Beni del FAI”). Dopo il Negozio Olivetti, ecco un altro scorcio nascosto di Venezia: Casa Bortoli.
La redazione TGS Eurogroup ci ha portato in questi mesi alla scoperta virtuale di luoghi, paesaggi e itinerari, attraverso la consultazione di siti web e altre risorse “on line” che ci consentono di viaggiare comodamente seduti sul nostro divano. Un modo per viaggiare senza uscire di casa, prezioso nei lunghi mesi di lockdown, ma utile anche oggi e in futuro quale importante proposta di spunti di riflessione e idee per i nostri prossimi viaggi.
Trovate tutti i post fin qui pubblicati raccolti con il tag “Viaggiando da casa” all’interno del blog TGS Journal.

La pagina web del FAI, Fondo Ambiente Italiano, presenta Casa Bortoli a Venezia come un salotto con vista unica sul Canal Grande.
In poche parole, così è descritta l’atmosfera particolare che regna in questo tipico palazzo veneziano, Ca’ Contarini. Siamo affacciati sul Canal Grande, di fronte alla Basilica della Salute e a pochi passi dal Consiglio Regionale del Veneto che ha sede a Palazzo Ferro Fini.

Casa Bortoli è un «museo particolare» – come nei desideri dei donatori – ricco di oggetti d’arte: dalle collezioni di argenti ai dipinti, dagli arredi ai tessili, fino ai tappeti, agli affreschi e alle sculture.

(fonte: sito web FAI)

Casa Bortoli è un appartamento signorile appartenuto ai coniugi Sergio e Carla Bortoli, un appartamento dove spicca l’arredamento di gusto settecentesco veneziano con alcuni tocchi moderni. Casa Bortoli è quindi una tipica residenza borghese all’interno di un palazzo quattrocentesco, Ca’ Contarini, affacciato sul Canal Grande. Situato al civico San Marco 2307, l’appartamento si sviluppa ai lati del tipico portego veneziano. Si struttura su tre ampie stanze: salone centrale, sala da pranzo e salotto. In particolare il primo può contare della veduta sulla Salute, attraverso una grande quadrifora gotica dotata di balcone.

Anche l’arredamento, scelto dai coniugi Bortoli, è pensato nell’ottica di una vita borghese di composta eleganza. I mobili veneziani e inglesi si sposano alla perfezione con i dipinti veneziani settecenteschi, gli affreschi dei soffitti, le decorazioni in colori pastello nello stile rococò della Serenissima. Vi è inoltre una raccolta di oggetti d’uso tra cui spicca l’argenteria. Vi si può dunque riscoprire il sapore di una ospitalità autentica, in cui la città si pone come scenografia viva e concreta.

Ai visitatori sono proposti due itinerari, percorsi ispirati ai due donatori. Consultabili direttamente in loco o sul proprio smartphone grazie a un QR code, raccontano rispettivamente della parte orientale di Venezia, fino all’Arsenale, e del cuore della zona commerciale urbana, Rialto.

Orari di visita:

Possibile ai soci FAI il giovedì e il venerdì in 4 turni, fino ad esaurimento posti (10.00 – 11.00 – 15.00 – 16.00).

TGS Eurogroup e FAI

Grazie a una convenzione stipulata tra TGS Eurogroup e Fondo Ambiente Italiano, tutti i Soci TGS possono accedere ai Beni del FAI in tutta Italia a condizioni agevolate (sconto 10%).
Inoltre ai partecipanti della manifestazione “Su e Zo per i Ponti di Venezia” (previa presentazione del cartellino di partecipazione), organizzata ogni anno da TGS Eurogroup, è riservato il biglietto di ingresso per il Negozio Olivetti di Venezia a condizioni agevolate (sconto 10 %), per l’intero fine settimana dell’evento, da venerdì a domenica.

Lo Staff del TGS Journal

[pictures: FAI]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.