Chiudi

Museo Casa Don Bosco presenta la mostra “Francesco di Sales 400”

In occasione del quarto centenario della morte di San Francesco di Sales, il Museo Casa Don Bosco di Torino Valdocco presenta la mostra “Francesco di Sales 400”, un percorso espositivo che racconterà la vita, la fede e la spiritualità del vescovo ginevrino. La mostra verrà inaugurata domani, sabato 15 gennaio, alle ore 10:30, presso il Teatro Grande di Valdocco. L’evento sarà presieduto dal Rettor Maggiore dei Salesiani, Don Ángel Fernández Artime, che sarà affiancato da don Leonardo Mancini, Ispettore dei Salesiani di Piemonte, Valle d’Aosta e Lituania (ICP).

All’inaugurazione, che verrà trasmessa in diretta streaming in 5 lingue sulla pagina Facebook di ANS e su quella del Museo, interverranno: don Michele Molinar, Vicario ispettoriale e Delegato per la Famiglia Salesiana di ICP; don Cristian Besso, Preside della Facoltà di Teologia dell’Istituto Internazionale Don Bosco di Torino-Crocetta; la dott.ssa Stefania De Vita, Direttrice del Museo Casa Don Bosco; e la dott.ssa Enrica Pagella, Direttrice dei Musei Reali di Torino.

L’attore Roberto Accornero leggerà due passi della “Filotea” di San Francesco di Sales e verranno eseguiti brani vocali e strumentali di epoca rinascimentale.

Sarà inoltre presentato il brano “Il cuore parla al cuore”, l’inno scritto e musicato da don Maurizio Palazzo, responsabile delle attività musicali della Basilica di Maria Ausiliatrice di Torino, in occasione della presentazione della Strenna 2022.

L’intera animazione musicale sarà curata del coro “Sal.es”, formato da giovani coristi e musicisti riuniti dal salesiano don Palazzo.

Le linee guida della mostra mireranno ad educare il visitatore alla conoscenza del santo, alla lettura salesiana della sua vita e all’approfondimento del “clima salesiano” seicentesco.

Tre saranno i settori tematico/espositivi principali della mostra:

  • gli elementi biografici del Santo,
  • l’iconografia “salesiana” del Santo nell’oratorio delle origini
  • e gli elementi della spiritualità e della pedagogia salesiana.

Sarà, inoltre, possibile ammirare un ritratto di San Francesco di Sales del 1618, il parato liturgico, detto “di San Francesco di Sales” (ante 1622), il parato liturgico di San Francesco di Sales con ricami eseguiti da Santa Giovanna Francesca Frémiot de Chantal (1610-1622), una lettera olografa del 1608, e ancora, stampe, libri e oggetti molto particolari, come un medaglione in osso di manifattura piemontese del 1613, ricordo coevo dell’ostensione della Sindone del 1613.

Preziose sono state le collaborazioni con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio, il Monastero della Visitazione di Annecy, il Monastero della Visitazione di Moncalieri, il Santuario della Consolata di Torino e l’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice del Piemonte.

La mostra “Francesco di Sales 400” sarà aperta al pubblico fino al 15 gennaio 2023 (martedì e giovedì dalle 9:30 alle 12:30; mercoledì e venerdì dalle 14:30 alle 17:30; sabato e domenica dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 17:30; lunedì chiuso).

Per ulteriori informazioni, visitare il sito: https://museocasadonbosco.org/

[fonte: ANS Agenzia Info Salesiana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.