Chiudi

Detourism: i giardini di Venezia aperti al pubblico

La Su e Zo per i Ponti di Venezia vi ricorda che sono aperte le iscrizioni ai “Su e Zo Detour” di domenica prossima 19 settembre! Prenota subito alla pagina Prenotazioni! Le iscrizioni si chiudono venerdì alle ore 15.00!
In attesa di ritrovarci a Venezia, torniamo a sfogliare le pagine di “Detourism: La newsletter di Venezia”, la newsletter dell’Ufficio Turismo del Comune di Venezia. Oggi parliamo di alcuni tra i più spettacolari giardini di Venezia aperti al pubblico! Buona lettura!

Ecco alcuni dei giardini più belli della Serenissima aperti al pubblico

Venezia è una città sorprendentemente verde: solo nel centro storico si contano oltre cinquecento giardini, tra parchi aperti al pubblico, orti e giardini storici di antichi palazzi e conventi.

Il verde pubblico di Venezia si estende per circa 120 mila metri quadrati suddivisi in sei giardini sparsi per la città: i Giardini Reali, i Giardini Napoleonici di Castello (in parte occupati dai Giardini della Biennale e dalla Serra dei Giardini), la Pineta di Sant’Elena, i Giardini Papadopoli, il Parco di villa Groggia e il Parco Savorgnan.

Alcuni di questi parchi hanno panchine per sedersi, dove consumare il pranzo al sacco. Sono presenti anche fontanelle e bagni pubblici. Scopri la mappa delle aree verdi attrezzate di Venezia.

Anche il centro di Mestre, nella terraferma veneziana, ha delle oasi verdi da scoprire a piedi o in bicicletta, come il Parco di villa Querini e il Parco di villa Franchin.

Da non perdere un tour dell’Isola di San Giorgio Maggiore, dove ha aperto al pubblico per la prima volta l’incantevole Labirinto Borges, visitabile ogni giorno (escluso il mercoledì). La visita, della durata di 45 minuti, consente di percorrere il labirinto, accompagnati da un’audioguida con la colonna sonora originale composta da Antonio Fresa ed eseguita con l’Orchestra del Teatro La Fenice.

Scopri gli spazi verdi di Venezia


Here’s a selection of the best Venice’s gardens open to the public

Venice is a surprisingly green city: its historic centre has over five hundred gardens, including public parks and historic gardens belonging to ancient palaces and convents.

The public gardens area is about 120 thousand square metres, divided into six gardens across the city: the Royal Gardens, the Napoleonic Gardens, (partly occupied by the Biennale Gardens and the Greenhouse, the Sant’Elena Pinewood, the Papadopoli Gardens, the Savorgnan Gardens and the Villa Groggia Park.

Some of these parks offer benches you can sit on and eat your lunch, as well as drinking fountains and public toilets. Take a look at the map of urban green spaces open to the public in Venice.

Even the centre of Mestre, in the Venice mainland, has green spots you can explore on foot or by bicycle, such as Villa Querini Park and Villa Franchin Park.

Do not miss: the Borges’ Labyrinth, on the Island of San Giorgio Maggiore, opens for the first time to visitors. Guided tours are available every day (except on wednesday). The visit, lasting 45 minutes, allows you to walk through the labyrinth, accompanied by an audio guide with the original soundtrack, composed by Antonio Fresa and performed with the Orchestra of the Teatro La Fenice.

Explore Venice’s gardens and green areas

[fonte: La newsletter di Venezia, N° 16/2021 del 29.07.2021]

[photo by TGS Eurogroup]


“Detourism: La newsletter di Venezia” è la newsletter redatta dall’Ufficio Turismo del Comune di Venezia che ogni due settimane viene inviata gratuitamente a centinaia di sottoscrittori e offre preziosi spunti di riflessione e approfondimenti sulla storia, l’arte e la cultura di Venezia.
Sul nostro sito web presentiamo solo alcuni assaggi della newsletter (tutti i post sono consultabili nella pagina archivio “Newsletter Detourism“), ma l’invito rivolto a tutti gli amici dell’associazione TGS Eurogroup e della Su e Zo per i Ponti è di iscriversi alla newsletter per riceverla direttamente nella propria casella email ogni quindici giorni.
Un ringraziamento particolare all’Assessorato al Turismo della città lagunare per aver accolto con entusiasmo questa nuova importante collaborazione tra TGS Eurogroup e l’Ufficio Turismo del Comune di Venezia e averci dato la preziosa opportunità di pubblicare sulle pagine di questo blog e del sito della Su e Zo per i Ponti alcuni estratti di questa newsletter, sia in italiano che in inglese.

Per ricevere la newsletter “Detourism” direttamente nella tua casella email ogni due settimane compila il modulo on line proposto dal Comune di Venezia.

Scopri tutti gli itinerari di #Detourism per esplorare una Venezia diversa, promossi dalla campagna di sensibilizzazione #EnjoyRespectVenezia della Città di Venezia. Adotta comportamenti consapevoli e rispettosi del patrimonio culturale e naturale di Venezia e della sua laguna, sito tutelato dall’UNESCO.

 

Servizio Turismo Sostenibile della Città di Venezia:
www.comune.venezia.it/it/EnjoyRespectVenezia
www.veneziaunica.it/it/content/detourism-venezia
turismosostenibile@comune.venezia.it
Facebook: @DetourismVeneziaOfficial
Instagram: @Detourismvenezia
Twitter: @DetourismVenice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.