Chiudi

TGS Stories presenta: Massimo!

“TGS Stories” è la rubrica che racconta come il progetto di vita di tanti soci TGS di ieri e di oggi sia stato profondamente toccato dall’esperienza associativa vissuta con TGS Eurogroup, attraverso le loro testimonianze. Oggi è il turno di Massimo! Nato in provincia di Pordenone, è stato Leader TGS Eurogroup per 8 anni tra il 2002 e il 2009, prestando servizio nei centri di Caterham e Tunbridge Wells, ed è stato Volontario della Su e Zo per parecchi anni. Vive in Svezia da 8 anni a Jönköping nella regione dello Småland, dove vive Pippi Calzelunghe e dove è stata fondata IKEA. È Senior Associate Professor in Business Administration presso la Jönköping International Business School, dove insegna imprenditorialità e family business in inglese e dirige il Centro di Family Business dell’Università di Jönköping. Ecco la sua testimonianza!

Dopo anni di oratorio, estate ragazzi, e campi estivi con il Don Bosco di Pordenone, mi iscrivo all’università. Economia a Udine. Un bisogno forte di non perdere il legame con il carisma salesiano mi porta ad avvicinarmi all’associazione TGS Eurogroup. È il 2002. Gli anni dell’università passano veloci, e per quattro volte accompagno gruppi TGS Eurogroup a Caterham e Royal Tunbridge Wells. Esperienze vere, sane, indimenticabili.

Che belle quelle estati! E quanta voglia di partire e vivere ancora una volta l’emozione di essere Leader TGS. La gioia di costruire un Gruppo di amici, passo dopo passo, giorno dopo giorno. Ragazzi e ragazze, inizialmente timidi, scontrosi, annoiati, che formano davanti ai tuoi occhi amicizie che durano una vita.

E quegli inverni, trascorsi a sognare l’estate, a preparare le attività e le serate. E gli incontri di formazione, la pedagogia salesiana messa in pratica. Tre principi saldi: ragione, religione e amorevolezza, formano il Sistema preventivo di Don Bosco, che ogni leader conosce e applica. E a primavera, la Su e Zo per i ponti a dare la carica per la prossima estate!

Sono anni di crescita umana, e ancora non me rendevo conto, anche di crescita professionale. Le estati trascorse in Surrey e nel Kent, in famiglia come i nostri studenti, mi permettono di approfondire la lingua inglese al di là della conoscenza scolastica. Mi permettono soprattutto di comprendere l’utilità di conoscere l’inglese per viaggiare, relazionarmi con gli atri, scoprire.

Ma questo percorso di crescita è ancora più importante quando rifletto sulle soft skills che ho sviluppato in questo percorso. Gestire un gruppo di studenti all’estero, costruire un dialogo con loro, animare le attività, organizzare le gite, sempre ed in stretto coordinamento con altri leader. Un leader è educatore, confidente, amico, animatore, organizzatore di eventi, mediatore, guida turistica e molto di più.

Era l’Estate del 2005 quando ci sono stati gli attacchi terroristici a Londra. Ricordo come fosse ieri l’atmosfera surreale di quei giorni. All’improvviso tutto cambia. Devi riorganizzare le attività con il gruppo e cancellare le gite. Londra è off-limits, i contatti con l’Italia costanti e continui. All’improvviso ti rendi conto delle responsabilità che hai. Eppure, ripensando a quell’estate ho solo ricordi belli. Il gruppo aveva assorbito lo shock e ne era uscito rafforzato, TGS Eurogroup è sempre stato presente.

TGS Eurogroup ha contribuito in modo unico a rendermi quello che sono oggi. Un leader non si sente mai solo, il supporto è costante e amichevole. Al tempo stesso, un leader ha un elevato margine di discrezionalità e fiducia da parte dell’associazione. L’insegnamento salesiano ci porta ad essere giovani per i giovani. A curarci degli altri, a lavorare per gli altri e con gli altri. L’associazione TGS Eurogroup che conosco fa questo, ogni giorno.

La mia ultima estate come Leader TGS è stata nel 2009. Poi la conclusione del dottorato e il trasferimento in Svezia. Oggi sono professore universitario alla Jönköping International Business School in Svezia. Il mio lavoro è svolto interamente in Inglese. Insegno in Inglese a studenti di 50+ diverse nazionalità, scrivo articoli accademici in Inglese con colleghi che lavorano in tutto il mondo, partecipo a conferenze e dibattiti in Inglese. Sarebbe stato possibile senza TGS Eurogroup? Molto probabilmente no.

Eppure, il contributo maggiore che mi ha dato l’associazione non è la padronanza della lingua Inglese. Gestire una classe, animare un gruppo, esercitare una leadership paziente, sono competenze che ho maturato e messo in pratica nelle estati Inglesi. Essere educatore, animatore e leader sono ruoli fondamentali nel lavoro che svolgo ogni giorno. La mia gratitudine nei confronti di Don Bosco, dei Salesiani e di TGS Eurogroup è grandissima.

L’esperienza TGS Eurogroup è stata per me una esperienza umana fantastica di cui conservo bellissimi ricordi. Ogni volta che parlo di questa associazione lo faccio con il sorriso! Ne avessi l’opportunità partirei domani stesso per un’altra estate TGS!

Massimo


Grazie di cuore Massimo per questa preziosa testimonianza di vita!
E tu? Leggendo questo post ti sono tornati alla memoria alcuni momenti importanti della tua personale esperienza TGS Eurogroup e vuoi condividerli? Dai il tuo personale contributo alle TGS Stories: i
nvia una mail a blog@tgseurogroup.it con il racconto della tua esperienza: lo vedrai presto pubblicato tra le pagine di questo blog!

Lo Staff TGS Journal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.