Chiudi

Sostengo la Su e Zo: il Premio Don Dino Berti per le Scuole!

Entra a far parte anche tu della storia della Su e Zo per i Ponti! Prendi parte oggi ad un’importante campagna di solidarietà! Come Amico della Su e Zo per i Ponti sei sempre stato al fianco della manifestazione come attore protagonista: è rivolto proprio a te l’invito a partecipare ad una importante campagna di solidarietà per la manifestazione e per le opere di beneficenza che ogni anno essa sostiene. Oggi scopriamo un buon motivo per aiutare la Su e Zo per i Ponti: il Premio Don Dino Berti per le Scuole!

Attraverso la campagna solidale “Sostengo la Su e Zo” sono tanti gli amici, i volontari e i simpatizzanti della nostra passeggiata di solidarietà che ci stanno “mettendo la faccia”, inviandoci una loro fotografia per spiegare i tanti motivi validi per cui sostenere questa manifestazione.

Tra i tanti motivi per sostenere la Su e Zo, oggi vi parliamo in particolare “Premio Don Dino Berti per le Scuole”: si può dire che la solidarietà si dimostra non soltanto con il sostegno ai progetti di beneficenza, ma anche alla propria scuola di appartenenza! Scopriamo di più…

A tutte le scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado che raggiungono almeno i 100 iscritti (tra alunni, genitori, insegnanti e simpatizzanti) viene consegnato un buono per l’acquisto di materiale didattico o sportivo. Il buono per l’acquisto di materiale didattico o sportivo ha un valore diverso a seconda del numero di iscritti: da € 200,00 per i gruppi da 100 a 150 iscritti a € 350,00 per i gruppi a partire da 151 iscritti.

Ogni anno sono tante le scolaresche che partecipano alla passeggiata di solidarietà ed è bello vedere tanti bambini che camminano per le calli di Venezia, forse scoprendola per la prima volta, cercando di arrivare prima degli altri in Piazza San Marco per portare a casa l’ambita medaglia.

Il Premio Don Berti per le Scuole permette ai giovanissimi di fare un’esperienza significativa assieme ai propri insegnanti e genitori e, soprattutto, di aiutare il proprio istituto scolastico. Si va dall’acquisto di libri per la biblioteca al materiale per allenare i giovani durante le ore di educazione fisica: in questo modo, grazie alla partecipazione alla Su e Zo per i Ponti, riescono a vedere concretizzato il loro contributo. Per capire meglio quanto di buono si può realizzare con questo Premio, vi proponiamo una breve intervista a Don Giorgio Bazzo, che alcuni anni fa, ha partecipato alla Su e Zo per i Ponti come insegnante coordinatore di un gruppo di studenti del Collegio Salesiano Astori di Mogliano Veneto (TV).

  1. Ciao Don Giorgio, come stai? Presentati a tutti noi.

Ciao a tutti! Sono don Giorgio Bazzo, salesiano, attualmente Economo nell’Istituto Salesiano di Castello di Godego (TV) con Scuola Primaria e Secondaria di I grado.

  1. Come hai conosciuto per la prima volta la Su e Zo per i Ponti?

La mia prima esperienza con la “Su e Zo per i Ponti” parte molto tempo fa: frequentavo la Scuola Media dei Salesiani al “Don Bosco” di Pordenone nei primi anni ‘90. Tra le tante attività proposte dai Salesiani c’era anche la partecipazione a questa “strana” iniziativa: una bella “corsetta” per Venezia nella mattinata di una domenica di Aprile e quindi… perché no??? Eravamo almeno una cinquantina dalla nostra scuola e quella giornata mi è sempre rimasta nel cuore per la bellezza della città di Venezia ma soprattutto per la gioia e la festa che si respirava nel correre o camminare seguendo il fiume di partecipanti alla “Su e Zo”: ho ancora negli occhi la grande folla che saliva il ponte interno dell’Arsenale (a quel tempo il percorso ci passava all’interno…)!

  1. Raccontaci dell’esperienza che hai fatto con il gruppo di studenti del Collegio Salesiano Astori.

Una volta Salesiano Prete e incaricato della Pastorale al Collegio Salesiano Astori mi è sembrato naturale proporre l’esperienza della Su e Zo: voleva essere un momento informale di festa e di fraternità, senza troppo impegno, per stare con le famiglie e i ragazzi in modo nuovo. Dal punto di vista organizzativo è stato un po’ laborioso sia nella parte di pubblicità sia nella parte del convincere i ragazzi a partecipare con i loro parenti e amici… ma è stata una bellissima esperienza! Per convincere i ragazzi è bastato lanciare la sfida su chi arrivava per primo facendo tutto il percorso lungo (me ne sono pentito, poi, vista la mia poca attitudine allo sport…!) ma si è rivelata veramente una giornata stupenda e molto apprezzata dai genitori che accompagnavano i ragazzi (soprattutto perché per qualche adulto accompagnatore la giornata si era trasformata in un “bacaro tour”…). A questo si deve aggiungere anche la partecipazione al concorso “Premio don Dino Berti” organizzato per le scuole: una bella occasione anche per i genitori per aiutare la nostra scuola, divertendosi, ma soprattutto l’orgoglio di salire sul palco in Piazza San Marco, a fine mattinata, per ritirare il premio di scuola più numerosa.

  1. Come avete utilizzato il buono spesa offerto dal Premio Don Dino Berti per le Scuole?

L’abbiamo speso per l’acquisto di materiale per le attività sportive, in particolare attrezzature per la nostra palestra, ma soprattutto per comprare non pochi palloni per le ricreazioni dei ragazzi della scuola! Ricordo ancora il volto stupefatto dei ragazzi quando hanno visto la quantità enorme di palloni acquistati grazie alla loro semplice partecipazione alla Su e Zo!

  1. Consiglieresti questa esperienza ad altri istituti?

Sì, Consiglierei molto volentieri questa esperienza innanzitutto perché è veramente bella, ben organizzata e molto semplice nel suo insieme: la potrei paragonare ad un abito comodo. La “Su e Zo per i Ponti” si adatta bene sia per chi vuole vedere Venezia sia per chi vuole passare una bella mattinata con le persone care; è adatta a chi vuole cimentarsi in una corsa o a chi vuole soffermarsi a “spiare” gli angoli più nascosti e meno turistici della splendida città lagunare.

Don Giorgio

Grazie don Giorgio per questa bella testimonianza! Ti aspettiamo alla prossima Su e Zo per i Ponti ad Aprile 2022!

Chiara


Sostengo la Su e Zo perché…

Ci sono molti modi per partecipare a questa campagna di solidarietà:

  • Acquista un “Cartellino di Solidarietà” per la Su e Zo, cartellino simbolico e immateriale che potrai riscattare per la partecipazione alla edizione 2022 della Su e Zo per i Ponti.
  • Acquista la T-Shirt Solidale della Su e Zo: per ciascuna maglietta venduta sarà devoluto 1 euro alle Missioni Salesiane.
  • Fai una Donazione alla Su e Zo per i Ponti e garantirai anche in futuro una base solida per il fondo di beneficenza dedicato alle iniziative solidali a sostegno del territorio locale (“Premio per le Scuole Don Dino Berti”) e delle Missioni salesiane nel mondo (per il biennio 2020-2021 il sostegno è diretto alla comunità salesiana Monte Salvado di Quebrada Honda in Perù); puoi fare una donazione anche dalla pagina “Iscrizioni on line” quando acquisti il cartellino di solidarietà o la T-shirt solidale!
  • Mettici la faccia! Da oggi puoi utilizzare il nostro manifesto “Sostengo la Su e Zo perché…” e inviarci una fotografia per partecipare alla nostra campagna sui canali social Su e Zo! Ecco alcune semplici indicazioni:

    • preleva il manifesto manifesto in PDF da questo link;
    • stampalo in un foglio di formato A4 (a colori o in bianco e nero, come preferisci!);
    • scrivi nello spazio a disposizione il motivo per cui sostieni la manifestazione, in maiuscolo e in maniera ben leggibile!
    • se hai a disposizione una maglietta, felpa o giacca Su e Zo, indossala!
    • sorridi e fatti fotografare con il manifesto in mano!
    • invia la tua foto all’indirizzo iscrizioni@suezoperiponti.it (inviandoci la foto acconsenti alla loro pubblicazione sul blog Su e Zo e sui canali social della Su e Zo (Facebook, Instagram)
    • le foto più belle saranno presto on line!

La Su e Zo ha bisogno del sostegno di tutti noi, perciò… mettiamoci la faccia!
Usa tutta la tua fantasia per trovare una frase breve e concisa che esprima al meglio la tua motivazione! Ti serve qualche esempio? Dai un’occhiata in anteprima alle prime foto che ci sono giunte da alcuni Volontari della Su e Zo!

Questo slideshow richiede JavaScript.

E dopo averci inviato la tua foto, ricordati di proporre ai tuoi amici di fare altrettanto, condividendo il link a questo stesso post. Invita anche loro a visitare la pagina “Iscrizioni on line” e ad acquistare il “Cartellino di Solidarietà”!
Grazie di cuore per il tuo sostegno!

Lo staff della Su e Zo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.