Chiudi

Corsa dei Santi 2020: una “virtual race” per Missioni Don Bosco

1° Novembre 2020: edizione speciale quest’anno per la Corsa dei Santi, iniziativa sportiva legata alla solidarietà e all’impegno sociale di Missioni Don Bosco. La manifestazione è organizzata dall’Associazione Sportiva Dilettantistica “Corsa dei Santi”, in collaborazione con Opera Romana Pellegrinaggi.

L’edizione di quest’anno si presenta diversa per le modalità inedite alle quali gli organizzatori sono costretti dalla pandemia di Covid-19. La novità consiste nel presentarsi come un corsa virtuale nella quale ogni partecipante dotato di una app dedicata corre i dieci chilometri su un percorso personalizzato, scelto da ogni concorrente nella sua zona, ove ritiene più opportuno. L’app, contando i passi e misurando i tempi di percorrenza, può rimandare in qualsiasi momento ogni partecipante ad un percorso ideale, tracciato nella città di Roma, indicando in quale esatto punto si trova in quel momento e stabilendo, alla fine dei dieci chilometri, l’esatta posizione d’arrivo dentro una classifica virtuale. È una soluzione che, pur eliminando alcuni aspetti della corsa tradizionale, consente di non interromperne la tradizione.

In occasione della corsa fino all’8 novembre è possibile sostenere il progetto benefico di Missioni Don Bosco “Il tuo amore può abbattere le sbarre” facendo una donazione al numero 45530: 2 euro con SMS, 5 o 10 euro da rete fissa.

Secondo le Nazioni Unite, più di un milione di bambini e giovani in tutto il mondo sono privati della libertà nelle carceri o nei centri di reclusione per minori, accusati di piccoli reati. Di loro il 59% è in attesa di giudizio, trattati come criminali quando in realtà avrebbero piuttosto bisogno di supporto e assistenza sociale.

I Salesiani, seguendo il pensiero di Don Bosco, per il quale la trasformazione dei giovani avviene attraverso l’educazione, ritengono importante far sentire ai ragazzi che meritano attenzione e che è una gioia poter interagire con loro. La loro opera si concretizza in interventi specifici nelle diverse realtà e nelle diverse fasi del percorso di detenzione: dalle misure alternative al sistema carcerario, come a Luanda, in Angola, all’accompagnamento nel processo giudiziale come a Freetown, in Sierra Leone, all’animazione in carcere, come in Messico a Ciudad Juarez, grazie alla Brigada de la Alegria, al reinserimento nella società, come a Chennai, in India. A Freetown i missionari salesiani sono ad oggi gli unici a poter entrare nel carcere di Pademba, dove portano cibo, acqua, medicine e offrono supporto e orientamento.
Anche in Italia i Salesiani sono impegnati da anni nelle carceri minorili con un’azione educativa che prevede la prevenzione, il sostegno per l’inserimento scolastico, le attività sportive e laboratoriali, il reinserimento sociale.

Per maggiori informazioni sul progetto benefico di Missioni Don Bosco “Il tuo amore può abbattere le sbarre” visita la pagina dedicata sul sito web di Missioni Don Bosco: https://lp.missionidonbosco.org/oltre-le-sbarre/

Sostenere questo progetto in occasione della Corsa dei Santi è un modo per coniugare la passione sportiva con l’attenzione per chi nel mondo si trova in condizioni di bisogno, di disagio, di difficoltà. È una chance in più per ricordare quanto concretamente si possa fare con un piccolo gesto per riequilibrare le disuguaglianze che ancora purtroppo esistono.

Gli amici e i benefattori di Missioni Don Bosco sono i benvenuti in questa grande gara di solidarietà: sarà il modo migliore per celebrare la festività di Ognissanti.

Lo Staff di TGS Journal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.