Chiudi

Detourism: i sestieri di Venezia

E’ in arrivo la quinta e ultima tappa della “Su e Zo per il Veneto“, il gran finale della rassegna che coincide con il “Su e Zo Trial 2021” in programma domenica 27 settembre a Venezia! Nell’attesa, continuiamo a pubblicare alcuni contenuti scelti di “Detourism: La newsletter di Venezia” (vedi precedente post: “Detourism per la Su e Zo per i Ponti”). Si tratta della newsletter redatta dall’Ufficio Turismo del Comune di Venezia che ogni settimana viene inviata gratuitamente a centinaia di sottoscrittori e che offre preziosi spunti di riflessione e approfondimenti sulla storia, l’arte e la cultura di Venezia. Sul nostro sito web presentiamo solo alcuni assaggi della newsletter (tutti i post sono consultabili nella pagina archivio “Newsletter Detourism”), ma l’invito rivolto a tutti gli amici dell’associazione TGS Eurogroup e della Su e Zo per i Ponti è di compilare il modulo on line proposto dal Comune di Venezia per riceverla direttamente nella propria casella email ogni settimana.
Un ringraziamento particolare all’Assessorato al Turismo della città lagunare per aver accolto con entusiasmo questa nuova importante collaborazione tra TGS Eurogroup e l’Ufficio Turismo del Comune di Venezia e averci dato la preziosa opportunità di pubblicare sulle pagine di questo blog e del sito della Su e Zo per i Ponti alcuni estratti di questa newsletter, sia in italiano che in inglese.
Oggi parliamo dei Sestieri di Venezia! Questo è il primo di una serie di post che ci guideranno alla scoperta di ciascuna delle sei parti distinte in cui è divisa la città. Buona lettura!

I Sestieri di Venezia

Piazza San Marco, il ponte di Rialto, il Canal Grande: tutti conoscono i luoghi che rendono celebre Venezia nel mondo. Ma Venezia è anche altro.

Basta addentrarsi in una corte, attraversare un ponte o percorrere una calle per ritrovarsi di fronte a una chiesa più appartata, un museo insolito, un antico chiostro o un giardino segreto.

Ecco una mini-guida per andare alla scoperta delle meraviglie della città, sparse nei sei sestieri di Venezia!

Cominciamo dalle basi. Per orientarsi in città ed esplorarla a piedi, è utile sapere che il centro storico di Venezia mantiene ancora oggi la divisione in sestieri, le sei parti in cui la Venezia antica fu territorialmente divisa a fini tributari e amministrativi. Questa suddivisione è avvenuta probabilmente già nel 1171, sotto il Doge Vitale II Michiel. I sestieri sono tre per ciascun lato del Canal Grande: San Marco, Castello, Cannaregio sul lato sinistro, mentre Dorsoduro, San Polo e Santa Croce, sul lato destro.

Ciascun sestiere ha nel tempo assunto caratteristiche proprie e oggi ogni angolo della città racconta la sua storia, a chi ha voglia di scoprirla.

SAN POLO
Chiesa di San Giacomo di Rialto, Scuola Grande di San Rocco, Basilica dei Frari, Scuola Grande San Giovanni Evangelista, Casa di Carlo Goldoni.

SANTA CROCE
Ca’ Pesaro Galleria Internazionale d’Arte ModernaMuseo di Storia Naturale, Chiesa di San Stae, Giardino di Palazzo Soranzo Cappello.

CANNAREGIO
Ghetto ebraico, Giardino dei Carmelitani Scalzi, Chiesa della Madonna dell’Orto, Galleria Franchetti alla Ca’ d’Oro, Museo Wagner.

CASTELLO
Arsenale, Giardini napoleonici, Giardini della Biennale, Museo di Palazzo Grimani, Museo Querini Stampalia, Basilica di San Pietro di Castello, San Michele in Isola.

SAN MARCO
Piazza San Marco, Palazzo Ducale, Basilica di San Marco, Ponte dei Sospiri, Museo Archeologico, Giardini Reali, Teatro La Fenice, Scala Contarini del Bovolo, Fondazione Cini.

DORSODURO
Gallerie dell’Accademia
, Collezione Peggy Guggenheim, Punta della Dogana, Scuola Grande dei Carmini, Chiesa di San Sebastiano, Ca’ Rezzonico, Basilica della Salute.

Scopri le passeggiate nei Sestieri di Venezia sul sito VeneziaUnica!

Venice’s Neighbourhoods

Almost everyone knows the most popular sights that make Venice so unique: St. Mark’s place, the Rialto bridge, or the Grand Canal. But there are hundreds of things to see and do in Venice. Just go into a courtyard, cross a bridge or walk down a calle to find yourself in front of a more secluded church, an unusual museum, an ancient cloister or a secret garden.

Go exploring with our guide to Venice’s best hidden gems scattered throghout its six districts!

Let’s start with the basics. For those who like exploring Venice on foot, it’s essential to know that the historic centre of Venice still maintains its division into sestieri (districts), the six parts into which ancient Venice was divided for tax and administrative purposes. This division probably took place as early as 1171, during the reign of Doge Vitale II Michiel. The sestieri are three on either side of the Grand Canal: San Marco, Castello, Cannaregio on the left side; Dorsoduro, San Polo and Santa Croce on the right side. Each of Venice’s neighbourhoods has its own characteristics, offering you something a little different and distinctive wherever you wander.

SAN POLO
Chiesa di San Giacomo di Rialto, Scuola Grande di San Rocco, Basilica dei Frari, Scuola Grande San Giovanni Evangelista, Casa di Carlo Goldoni.

SANTA CROCE
Ca’ Pesaro Galleria Internazionale d’Arte ModernaMuseo di Storia Naturale, Chiesa di San Stae, Giardino di Palazzo Soranzo Cappello.

CANNAREGIO
Ghetto ebraico, Giardino dei Carmelitani Scalzi, Chiesa della Madonna dell’Orto, Galleria Franchetti alla Ca’ d’Oro, Museo Wagner.

CASTELLO
Arsenale, Giardini napoleonici, Giardini della Biennale, Museo di Palazzo Grimani, Museo Querini Stampalia, Basilica di San Pietro di Castello, San Michele in Isola.

SAN MARCO
Piazza San Marco, Palazzo Ducale, Basilica di San Marco, Ponte dei Sospiri, Museo Archeologico, Giardini Reali, Teatro La Fenice, Scala Contarini del Bovolo, Fondazione Cini.

DORSODURO
Gallerie dell’Accademia
, Collezione Peggy Guggenheim, Punta della Dogana, Scuola Grande dei Carmini, Chiesa di San Sebastiano, Ca’ Rezzonico, Basilica della Salute.

Discover the Walking Art & Culture Tours of Venice on the VeneziaUnica web site.

[fonte: La newsletter di Venezia, N° 20/2020 del 05.06.2020]

[picture by Joseph Costa / Pixabay]


Per ricevere la newsletter “Detourism” direttamente nella tua casella email ogni settimana compila il modulo on line proposto dal Comune di Venezia.

Scopri tutti gli itinerari di #Detourism per esplorare una Venezia diversa, promossi dalla campagna di sensibilizzazione #EnjoyRespectVenezia della Città di Venezia. Adotta comportamenti consapevoli e rispettosi del patrimonio culturale e naturale di Venezia e della sua laguna, sito tutelato dall’UNESCO.

Servizio Turismo Sostenibile della Città di Venezia:
www.comune.venezia.it/it/EnjoyRespectVenezia
www.veneziaunica.it/it/content/detourism-venezia
turismosostenibile@comune.venezia.it
Facebook: @DetourismVeneziaOfficial
Instagram: @Detourismvenezia
Twitter: @DetourismVenice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.