Chiudi

TGS Summer 2019 – Diario del 28.07

Siamo giunti alla Domenica e non è un giorno qualunque. Oltre che essere il giorno dedicato al Signore, questa Domenica per i nostri studenti significa che l’esperienza TGS sta volgendo quasi al termine.  Guildford infatti rientra mercoledì 31 mentre i gruppi di Tonbridge e Tunbridge Wells chiuderanno l’estate TGS in Inghilterra il 02 Agosto.

Ricordo anche io, quando ero studente, che l’ultima domenica si cominciava a trarre le somme delle settimane passate. Le amicizie nuove, quelle consolidate, i momenti trascorsi assieme a giocare,  a ridere, a raccontare e a condividere. Le serate di animazione ed i pomeriggi spensierati.

Quest’oggi per Tonbridge e Tunbridge Wells, la giornata comincia dedicandosi alla Santa Messa per poi fare ritorno presso le loro famiglie ospitanti che avranno sicuramente preparato qualche leccornia domenicale o organizzato qualche attività speciale per i nostri ragazzi e ragazze. Guildford invece dovrà attendre la sera per avere un momento di raccoglimento in preghiera. Infatti  il gruppo saluterà il Surrey la mattina e si sposterà verso il Nord a Bollington, nella Contea del Cheshire. Durante il viaggio faranno un pit-stop a Stratford-upon-Avon, città natale del famosissimo poeta e drammaturgo William Shakespeare. Una volta arrivati a Bollington alloggeranno presso la Savio House, una casa salesiana in terra inglese, dove sperimenteranno la vita comunitaria nei loro ultimi giorni di esperienza TGS.

Buona domenica a tutti.

Federico e lo Staff Tgs Eurogroup

Ecco le breaking news da Tunbridge Wells:

Ed ecco i ragazzi di Tunbridge Wells pronti per una nuova avventura, questa volta a Groombridge Place, una tenuta di 200 acri di parco dove ci siamo divertiti un mondo e fatto nuove esperienze.
Siamo partiti da Tunbridge Wells con un treno storico attraverso il quale abbiamo potuto tornare indietro nel tempo.
Scesi dal treno ci siamo recati alla tenuta di Groombridge Place, dove abbiamo “assaporato” l’ennesimo packed lunch.
Dopo essere stati sguinzagliati dai nostri leader ci siamo lasciati trasportare dalla natura attraverso la così chiamata “Foresta incantata”, nella quale le attrazioni principali sono state: un percorso sospeso in aria tra gli altissimi alberi, nel quale alcuni di noi, io compresa, hanno sudato freddo dalla paura per reti sospese a mezz’aria e ponti scricchiolanti e barcollanti. Altre attrazioni sono state altalene tanto grandi da farci toccare il cielo con una sola spinta, tende di indiani, antiche carrozze oltre che varie statue di coccodrilli, dinosauri e ossa (sì, ossa) sparse in tutto il parco, che sembravano seguire con lo sguardo chiunque passeggiasse dinnanzi a loro.
La parte più emozionante è stata di sicuro lo spettacolo di rapaci di cui abbiamo potuto godere, durante il quale falchi e gufi hanno sfrecciato sopra le nostre teste e tra di noi come se fossimo stati alberi, incutendoci un certo timore, ma allo stesso tempo regalandoci emozioni e viste meravigliose.
Insomma, un pomeriggio di emozioni, ma soprattutto di divertimento!
Giorgia P.

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.