Chiudi

Le interviste TGS50: Igino!

Manca ormai poco all’incontro dei volontari e i collaboratori TGS Eurogroup di ieri e di oggi! Nel fine settimana del 15 e 16 settembre 2018 presso la sede dell’Associazione Mogliano Veneto festeggeremo assieme TGS50, i 50 anni di TGS Eurogroup!

Domani è l’ultimo giorno per iscriversi! Affrettati dunque!! Come ampiamente annunciato,  le adesioni a TGS50 saranno aperte fino al 1° Settembre:  visita la sezione dedicata del sito web TGS Eurogroup con il programma della festa e il modulo di iscrizione on line. E se vuoi inviare un breve video alla Segreteria TGS Eurogroup, come regalo di compleanno all’Associazione, trovi tutte le indicazioni nel precedente articolo: “Il tuo video per TGS50!”.

Concludiamo oggi le Interviste TGS50: dopo le testimonianze di leader storici quali Alessandra e Giulio, e di giovanissimi studenti come Marta e Isacco, dei volontari di oggi come Manuela e Alberto, oggi parliamo con il Direttore Generale dell’associazione Igino Zanandrea!

Ciao Igino! Ci spieghi le ragioni per cui il Consiglio Direttivo TGS Eurogroup ha deciso di portare avanti l’eredità di don Dino Berti?

Quando don Dino Berti ci ha lasciati, 18 anni fa, non era semplicemente possibile lasciare che la sua eredità andasse dispersa. Sostenuti e incoraggiati dall’allora Ispettore Salesiano, don Claudio, tutto il consiglio direttivo si è rimboccato le maniche e si è messo in gioco, chiedendo anche l’aiuto di altri volontari degli anni precedenti, in qualche modo “richiamati in servizio”, per raccogliere esperienze, testimonianze, competenze e professionalità che potessero assieme dare nuova vita e vitalità all’associazione. Sono stati anni difficili e faticosi di rinnovamento della struttura organizzativa, consapevoli che l’associazione TGS Eurogroup aveva ancora molto da dare e da dire nel suo servizio educativo con i giovani e per i giovani, nell’ambito più ampio delle attività del Movimento Giovanile Salesiano. Ma ne valeva la pena se siamo ancora qui a parlarne, dopo 18 anni: abbiamo raggiunto la “maggiore età” del coinvolgimento diretto e responsabile dei laici nella conduzione dell’Associazione e ci pare ora di riconoscere un TGS più maturo, consapevole e pronto ad affrontare le sfide educative di oggi a fianco delle nuove generazioni di giovani.

Turismo Giovanile e Sociale: quale il senso di parlarne oggi? Come viene declinato per i giovani d’oggi?

Oggi come 50 anni fa, la mission dell’associazione, così come descritta nella Proposta Turistico-Culturale contenuta nel nostro Statuto, motiva la scelta del Turismo quale strumento di azione privilegiato per coinvolgere i giovani in un progetto educativo: l’Associazione “riconosce nel turismo valori fondamentali di formazione della persona, che intende declinare sulla base di scelte irrinunciabili e qualificanti: il sistema preventivo di Don Bosco, i giovani, il gruppo, il volontariato”.
Scelte che sono poste al centro della progettazione di tutte le attività TGS Eurogroup, scelte che sono ancora oggi sempre attuali, ma che devono essere declinate in maniera sempre nuova e rinnovata. Per “stare al passo” con le nuove generazioni di giovani, per essere al loro fianco in maniera significativa, dobbiamo infatti conoscere e interpretare i mutamenti storici e sociali che viviamo senza esserne travolti ma, al contrario, cogliendoli per quello che realmente rappresentano, ovvero come fonte di opportunità e sfide educative sempre nuove ed entusiasmanti, con i giovani e per i giovani.

Qual è stata l’evoluzione dell’Associazione TGS Eurogroup in questi anni rispetto al progetto educativo iniziale?

Più che una evoluzione, c’è stata una progressiva presa di coscienza e riappropriazione del progetto educativo TGS da parte dei laici che guidano l’Associazione. Questo ha portato a riconoscere e mantenere ben saldi i principi originali che stanno alla base del nostro progetto educativo per poterli riaffermare e declinare in forme sempre nuove, avvicinandosi sempre di più agli interessi e ai bisogni dei giovani di oggi. Questo vale sia per le attività “storiche” quali i Corsi Estivi di lingua inglese in Gran Bretagna e la Su e Zo per i Ponti di Venezia, che gradualmente si sono rinnovati nelle forme e nei contenuti, e vale a maggior ragione per le nuove attività che si stanno proponendo in questi ultimi anni, come i percorsi di educazione alla cittadinanza europea, che propongono viaggi studio a Bruxelles e in altre capitali d’Europa alla ricerca di un incontro e confronto con le istituzioni europee, le attività di formazione a livello internazionale con Don Bosco Youth-Net, le collaborazioni con le scuole per progetti educativi personalizzati.

Come vedi il futuro dell’Associazione?

Oggi, in occasione della festa TGS50, vedo un’organizzazione che volge lo sguardo alle spalle per ammirare con stupore alla strada che ha percorso in 50 anni, senza nostalgie ma piuttosto con immensa gratitudine, e che al contempo guarda avanti con fiducia, entusiasmo e passione educativa alla strada che ha di fronte negli anni a venire!

Grazie Igino per questa preziosa testimonianza! Tornate a visitare le pagine di TGS Journal nei prossimi giorni per gli ultimi dettagli organizzativi e le novità che ci attendono il prossimo 15-16 settembre in occasione di TGS50! E non dimenticare di compilare al più presto il modulo di iscrizione on line!

lo Staff TGS Journal

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.