Chiudi

Laboratorio Nazionale TGS “Travel, Enjoy, Respect”. Pagina di diario.

Si è svolto dal 29 aprile al 1° maggio 2017 il I Laboratorio Nazionale TGS “Travel, Enjoy, Respect” organizzato da TGS Nazionale presso l’Istituto Salesiano Sacro Cuore di Roma. Il titolo del laboratorio è un invito a viaggiare, a contemplare e a rispettare il nostro pianeta, riprendendo lo slogan dell’Anno Internazionale del Turismo Sostenibile per lo Sviluppo, tra i cui eventi mondiali anche il nostro Laboratorio Nazionale TGS è stato incluso: un prezioso riconoscimento dall’Organizzazione Mondiale del Turismo.
Al Laboratorio Nazionale TGS hanno partecipato oltre 25 amici dell’associazione tra soci, membri del Consiglio Direttivo Nazionale, rappresentanti degli enti promotori, relatori e simpatizzanti. Ecco i commenti di Chiara, che ha partecipato in rappresentanza di TGS Eurogroup…

Travel, Enjoy, Respect: posso riassumere con queste parole l’intero Laboratorio TGS Nazionale a cui ho partecipato in questo lungo weekend. I temi affrontati sono stati molti, come i momenti di confronto e scoperta reciproca… ma andiamo con ordine!

Una delegazione TGS Eurogroup è arrivata venerdì sera nella capitale per prendere parte al Laboratorio: il sabato mattina era interamente destinato all’Assemblea Ordinaria TGS Nazionale, durante la quale si è analizzato a fondo lo stato dell’associazione a livello nazionale e si è ratificato il bilancio consuntivo 2016 e preventivo 2017,  mentre il sabato pomeriggio il TGS LAB è entrato nel vivo con una tavola rotonda focalizzata sull’ambiente, sul turismo sostenibile e sulla cura del creato.

Roberto Cavallo,ì (Fondatore Cooperativa ERICA – Educazione, Ricerca, Informazione e Comunicazione Ambientale), Paolo Proietti (Presidente Nazionale CITS – Centro Italiano Turismo Sociale) e infine Joshtrom Kureethadam (Docente di Filosofia della Scienza, UPS – Università Pontificia Salesiana) erano i tre relatori invitati a far riflettere i vari gruppi TGS di tutta Italia su cosa di concreto possiamo fare per combattere l’inquinamento, su come attuare attività di sensibilizzazione sull’attenzione verso il prossimo e verso l’ambiente che abitiamo, ed infine su come prendersi cura della casa comune, la nostra Madre Terra.

Dopo simili interventi di riflessione e approfondimento nessuno può rimanere indifferente e tornare alla vita di prima, poiché si è spronati a fare scelte consapevoli, a non restare immobili a rimandare, a non lamentarsi… mi verrebbe da dire, come fece Gandhi, si è mossi “dall’essere quel cambiamento che vogliamo vedere nel mondo”.

Siamo un’associazione che si occupa di Turismo ma non lo facciamo in modo superficiale: gli obiettivi che ci poniamo sono più alti e vogliono andare in una direzione di maggiore condivisione e di riscoperta gli uni degli altri, poiché se decidiamo di non uscire mai dalla realtà locale in cui siamo inseriti, non potremo fare tesoro dell’esperienza altrui. Lo stesso Papa Francesco ci sprona ad essere coraggiosi e ad ascoltare il grido dei più poveri, poiché non consideriamo mai l’aspetto che sono proprio loro a pagare per primi i disastri dovuti ai cambiamenti climatici.

Tutti questi interventi sono serviti per aprire i lavori dei due laboratori: uno focalizzato sul turismo responsabile e l’altro sull’ambiente. In questi giorni di lavoro intenso abbiamo percepito la vitalità dei TGS sparsi in tutta Italia e una voglia di pproporre assieme valori positivi ai nostri giovani.

In una pausa dei lavori abbiamo avuto anche l’opportunità di fare delle visite a Fori Imperiali con una guida molto competente e che mette tanta passione nel descrivere la vita e la storia di Roma.

Fra risate, allegria e tanta voglia di fare del bene i tanti membri del TGS hanno stretto amicizia e si è cominciato a parlare di collaborazioni che vanno dal sud fino al nord Italia… perché non ci sono muri, non ci sono differenze tali da impedire ad un gruppo di persone di progettare sogni futuri per i nostri giovani.

Chiara

Link correlati:

 

 

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.