Chiudi

TGS Summer 2014 highlights: Coulsdon

Introduciamo oggi una breve serie di post dedicati ai momenti più significativi (gli “highlights”, appunto) dell’Estate TGS 2014 da poco conclusa, direttamente dalla voce dei leader che hanno animato la vita di gruppo in ogni centro. Si parte oggi con Coulsdon: Elisa ci racconta di una serata di animazione particolarmente vivace, momento tra i più divertenti dell’esperienza TGS di quest’anno.

TGS_Coulsdon_2014Ormai è passato quasi un mese da quando il gruppo di Coulsdon è tornato in Italia; un mese in cui certo non saranno mancati i momenti per ricordare con un sorriso le giornate trascorse assieme in Inghilterra. Quella di Coulsdon è stata per i 17 ragazzi partiti quest’anno la prima esperienza con il TGS ma, nonostante questo sia il centro dedicato ai ragazzi più piccoli, il loro calendario è stato di certo fitto come quello dei loro compagni più grandi. Ci sono stati Londra da visitare con tutti i suoi must e le meraviglie che offre; splendidi scenari naturalistici come quello delle bianche scogliere di Dover; antichi castelli come quelli di Leeds e Dover e luoghi tutti da scoprire come Guilford, Greenwich ed il magnifico Zoo di Londra. Il tutto affiancato dalle lezioni di lingua inglese, i pomeriggi al parco, i momenti in famiglia, le serate spaghetti e le serate di gioco.

Durante una di queste serate di attività di gruppo, i leader del centro hanno proposto ai ragazzi un momento all’insegna della leggerezza, in cui il concetto chiave fosse non prendersi troppo sul serio e sapersi mettere in gioco. Una serata che può essere definita “Random” (a caso). I ragazzi sono stati invitati, per l’occasione, a vestirsi nel modo più stravagante e casuale possibile in modo da creare outfit originali e azzardati e assolutamente improbabili. I risultati hanno di certo superato le aspettative dei leader! I ragazzi si sono presentati in pigiama, accappatoio, con le mutande a copricapo, con calzini-guanti, con un trucco particolarissimo o con diversi strati di abiti.
Finito il momento di ilarità generale dove ognuno ammirava il “lavoro” altrui si è passati all’azione con i giochi proposti, che spaziavano dal braccio di ferro al creare un castello di carte, passando per 1,2,3 stella o sasso-carta-forbice. Si trattava di giochi in cui, a turno, si sfidavano un componente per squadra per tenere alto l’onore del proprio team e per conquistare ambitissimi punti per salire in classifica. A queste sfide venivano alternati giochi di gruppo in cui era fondamentale che tutti collaborassero tra loro per la buona riuscita della cosa, sia che questa fosse mettersi in ordine alfabetico, d’altezza oppure in base al numero di scarpa… Un ottimo modo per non incentrare l’intera serata sulla competizione tra squadre: è certo importante “battersi” per la propria squadra ma lo è ancora di più riuscire a cooperare anche con gli “avversari”! La serata, scandita da tutti questi giochini, è giunta al termine senza che nessuno dei ragazzi se ne rendesse e si è conclusa con una buonissima fetta di pane e nutella per festeggiare uno dei ragazzi che l’indomani avrebbe compiuto gli anni.
Insomma, a volte è davvero necessario poco per rendere una serata divertente e memorabile perché, come diceva don Luigi Campagnoli… “Beati quelli che sanno ridere di se stessi: non finiranno mai di divertirsi!”

Elisa

Rivivi l’Estate TGS 2014 attraverso le pagine di diario del nostro blog TGS Whiteboard e sfoglia le foto degli album fotografici su Donboscoland!

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.