Chiudi

Ecco il poster della Su e Zo per i Ponti 2012!

Manifesto Su e Zo 2012 - Autore: Luca Baldi.

Ecco finalmente in anteprima per gli amici di TGS Whiteboard il Poster della Su e Zo per i Ponti 2012!
Dopo l’ottimo disegno predisposto per la scorsa edizione (vedi il post: “Ecco il poster della Su e Zo per i Ponti 2011!”), è stato riconfermato anche per quest’anno Luca Baldi, giovanissimo grafico e illustratore professionista dello studio Altramarca Comunicazione. Oltre alla predisposizione del poster, quest’anno Luca si occuperà anche della linea grafica complessiva della Su e Zo per i Ponti.
Ma intanto sentiamo dalle sue stesse parole qual è stato il percorso creativo che l’ha condotto a progettare il poster di quest’anno…

Un leone… può educare?

L’idea progettuale parte dall’esigenza di identificare sempre più l’evento attraverso un immagine iconica fresca e efficace. Le motivazioni che ci hanno spinto sono da ricercarsi nella missione principale della marcia, ossia quella di offrire un contenitore per una giornata in festa all’insegna della solidarietà in cui ciascuno si possa sentire protagonista. La scelta è caduta sulla mascotte creata per l’edizione dello scorso anno, “Leo”, il quale sempre più fungerà da catalizzatore dell’evento. Leo non è soltanto il chiaro riferimento al leone della “Serenissima”, il simbolo di San Marco Evangelista a cui è anche intitolata la nostra Ispettoria Salesiana, ma è e vuole essere sempre di più un’immagine identificativa del modello di “sportivo” che la Su e Zo per i ponti promuove.

Grazie alla mascotte vogliamo nel tempo creare un vero percorso di relazione, tra gli utenti della marcia e la marcia stessa, in particolar modo rispetto le migliaia di scuole, famiglie e bambini che vi partecipano. In Leo tutti i bambini devono poter riconoscere un amico, un compagno, un loro coetaneo, insomma uno di loro.

Per questo da quest’anno il personaggio è stato maggiormente definito in termini caratteriali; si è scelto il tratto vettoriale per descrivere “Leo” in modo che l’immagine risultasse maggiormente frizzante e luminosa. Il poster e gli altri artefatti grafici sono composti in modo da creare una sorta di scudo o blasone che focalizza l’attenzione del passante. Leo diventa protagonista di una scena di festa, attorniato dalla Basilica di San Marco, da Palazzo Ducale, dalla famosissima gondola e da una maschera veneziana.

Sotto alla composizione sono stati inseriti i “Ponti” simbolo della manifestazione a livello iconografico, i quali rappresentano bene l’idea della giornata, che rimane anche dopo molti anni un’occasione di incontro, un momento che mette in gioco la relazione.

L’immagine grafica di quest’anno vuole essere un inizio di una piccola rivoluzione iconografica: non punta su idee concettuali, ma vuole comunicare in modo diretto la gioia della giornata, della festa e del calore, attraverso immagini di chiara origine lagunare.

A differenza degli scorsi anni il vero intervento non sarà legato soltanto al poster, ma sarà una progettazione organica di segni da poter distribuire su tutti i media che interverranno durante l’evento/manifestazione.

Se dovessimo parlarvi del futuro della Su e Zo, ci immaginiamo sempre di più una relazione tra “Leo” della Su e Zo e i nostri bambini, perché andando a definire un personaggio sempre più familiare e accattivante potremmo creare dei percorsi virtuosi legati alle buone prassi di comportamento, educando anche attraverso le immagini.

Luca Baldi, altramarca

Questo slideshow richiede JavaScript.

Link correlati:
L’autore del manifesto Su e Zo 2011 (part 1) 
L’autore del manifesto Su e Zo 2011 (part 2)
 
Tutte le ultime notizie sulla Su e Zo per i Ponti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.