Chiudi

L’Aquila post # 04

L'Aquila_Post04

Il tempo è bello oggi. In realtà a parte un po’ di pioggia domenica ci è andata benino finora. Di giorno si arriva tranquillamente sopra i 35 gradi, di sera fa freschetto e ci sta tutto il sacco a pelo. Il problema ovviamente sono le tende, che al primo raggio di sole diventano un forno. Un po’ un problema organizzare corsi di lingua inglese lì sotto. Per fortuna a una certa ora, più o meno metà pomeriggio, arriva una bella arietta, quindi si sta anche benino tutto sommato, con l’unica controindicazione che fogli e fotocopie volano allegramente in giro per tutto il Parco Baden Powell, e noi a rincorrerli.
I ragazzi delle medie erano molto distratti oggi, domani va fatto un discorsetto. Quelli delle superiori appaiono invece molto interessati, anche se ovviamente è dura farli rientrare in “classe” dopo il break (che qui dura ben un’ora, con gioco collettivo e merenda inclusi). Uno o due ragazzi difficili. Scene già viste in UK, del resto, anche se qui è tutto inevitabilmente molto più dispersivo e arduo da controllare. Bisogna ricordare che per molti di questi ragazzi è la prima esperienza “scolastica” dal 6 aprile, e quindi è necessario riabituare il corpo e la mente a certi ritmi. Per questo motivo è inevitabile chiudere più di un occhio. Nonostante queste piccole difficoltà il corso di inglese prosegue via liscio con studenti, insegnanti e genitori molto interessati e riconoscenti.
Ziad e Jennifer, un po’ la strana coppia… non li avrei mai immaginati a lavorare assieme, così diversi per età e stile, e invece sono molto affiatati.
Oggi abbiamo affrontato con grande abilità e strategia una potenziale crisi diplomatica internazionale. Oggetto del contendere: il “dress code” di Jennifer…! Una volta procurate una serie di t-shirt istituzionali (grazie ad Annapaola dal front office dell’Oratorio), il problema è stato prontamente risolto.
Ziad apprezza molto la mensa del Campo di Accoglienza Mobile di Piazza d’Armi e spazzola via tutto in pochi istanti. C’è da dire che la Protezione Civile dell’Emilia-Romagna, che ha organizzato e coordinato questo campo, è stata davvero eccezionale. Pasti ottimi e serviti sempre con un sorriso o una battuta di spirito, hanno la capacità di fare sentire di buon umore e a proprio agio chiunque.
Domani portiamo Ziad e Jennifer in una “local outing”; ci sembra un po’ di trascurarli, ahimé, visto che l’oratorio giustamente ci occupa tutta la giornata. Così abbiamo chiesto e ottenuto di prenderci 2-3 ore libere domattina per andare a visitare il centro storico di L’Aquila, ovvero la sola parte attualmente accessibile ai visitatori, fino a piazza Duomo. Dopo le lezioni del pomeriggio, poi, li porteremo fuori a cena, visto che abbiamo una serata libera. Cena TGS… ok Fabio?

Igino

PS come promesso, nuove foto su donboscoland, album L’Aquila

One thought on “L’Aquila post # 04

  1. Ciao ragazzi,
    è bello leggere il riassuntino delle vostre giornate anche se mi rendo conto che trovare anche il tempo per scriverle a sera deve essere un ennesimo sacrificio.
    Anch’io sono molto incuriosita da come stanno vivendo l’esperienza i nostri insegnanti, anche se devo dire che mi lascia più perplessa la tenuta molto casual di Ziad di quella – normale, con minigonna ascellare – di Jennifer.
    Che ne dite di buttare lì la proposta che facciano una relazione, ufficiale, personale, emozionale, anything, al ritorno in UK e la condividano con tutti noi? Voi vi abbiamo qui, ci racconterete di persona, ma loro ripartono.
    Per fortuna ho visto Giulia e Antonella nelle foto, non sono disperse vero? 😉
    Di Giulio non mi preoccupavo, ce l’hai a fianco di branda …
    Quando tornate ci raccontate anche dei rapporti di collaborazione con gli altri gruppi e cosa dicono del summer camp, vero?
    Un abbraccio a Gino, uno a Giulio, due a Antonella e due a Giulia!
    Smack
    Bruna

Comments are closed.

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.