Chiudi

Su e Zo per i Ponti 2018. Pagina di diario.

Quarant’anni e non sentirli affatto… La mitica Su e Zo per i Ponti – possiamo ammetterlo – non delude mai!!

Domenica 15 Aprile 2018 in più di 10000 partecipanti e 450 volontari si sono dati appuntamento per festeggiare la 40° edizione della passeggiata di solidarietà fortemente voluta dal nostro fondatore, Don Dino Berti. “Incontriamoci in cammino” è molto più di un semplice slogan: sintetizza molto bene il significato di unirci tutti insieme in un cammino comune, fatto di dialogo e di rispetto verso gli altri… valori che caratterizzano la manifestazione fin dalla sua nascita.

Il tempo è stato dalla nostra parte e, nonostante qualche nuvola, possiamo assicurarvi che Venezia ha sempre un immenso fascino: il labirinto di calli sparse per la città, il Ponte di Rialto e ovviamente Piazza S. Marco hanno visto una pacifica invasione dei nostri intrepidi avventurieri camminatori.

Sentiamo Clio, una delle volontarie veterane, cosa ne pensa della giornata appena trascorsa:

“Non credo affatto nel detto “Aprile dolce dormire”…ormai negli ultimi anni per me e credo anche per Venezia, Aprile inizia bello scoppiettante! La Su e Zo per i ponti l’ho sempre considerata uno spartiacque tra l’inverno che ci si vuole lasciare alle spalle e la primavera che impertinente fa capolino! Questa passeggiata di solidarietà rappresenta non solo un modo per dire dentro di noi “Benvenuta Primavera!”, ma soprattutto è una grande festa, uno spettacolo di risate e sportività in una cornice unica: la laguna di Venezia! Non solo si cammina, tra migliaia di persone, di tutte le nazionalità, e si fanno nuovi incontri, ma anche si ha il privilegio di godere ad ogni passo della ricchezza del patrimonio storico e culturale di questa città che per un’intera giornata possiamo considerare gelosamente solo nostra!
Partecipare come volontario alla Su e Zo è un’esperienza che almeno una volta va provata, sia che ci si trovi sul percorso ad indicare la via sia che si attenda ai ristori, pronti a rifocillare i campioni, grandi e piccini!
Vedere i sorrisi sui volti delle persone, fare i dovuti incoraggiamenti (…”forza, forza che manca pochissimooooo al traguardo!”…) o ancora scambiare un saluto o delle simpatiche battute, trasmettono una gioia è unica che riempie il cuore!
Al termine di questa giornata così densa di emozioni, quando si rientra, la stanchezza quasi non si sente dal momento che passa in secondo piano dopo aver fatto il pieno di positività, solidarietà e rispetto reciproco!!”

Credo che abbia riassunto molto bene le emozioni che abbiamo vissuto insieme domenica: ognuno dei volontari ha dato un contributo fondamentale alla riuscita della manifestazione. Donare parte del proprio tempo ad indicare la strada giusta da prendere o distribuire merendine e qualcosa da bere… qualcuno potrebbe chiederti, perché lo fai?

La risposta è una sola: per il sorriso sul volto delle persone che partecipano all’evento e che hanno l’opportunità di vivere un’esperienza unica e inimitabile.

Ascoltiamo cosa ha da dirci Alessandro dal Ristoro di Campo Sant’Angelo:

“Ormai sono un paio di anni che vengo come Volontario della Su e Zo e quello che mi colpisce sempre è il senso di famiglia e di squadra che si crea con i volontari con cui collabori in questa giornata. Siamo tutti uniti verso il raggiungimento di uno stesso obiettivo e con tanta allegria si cerca di raggiungerlo. Il ristoro è un punto particolare, perché le persone arrivano e tu puoi offrire loro qualcosa sia a livello alimentare, ma soprattutto a livello umano. Quante risate e sorrisi che ho incrociato…ricordi indelebili nella mia mente.”

Più o meno, verso le 15 tutti i partecipanti hanno esaurito il percorso e dopo un meritato pranzo, con calma, ci si è diretti verso la stazione dei treni. Il bello arriva proprio in questo momento, quando dentro alle carrozze ritrovi le persone che hanno camminato, ti guardano e ti ringraziano di cuore per il servizio che hai svolto.

Vi saluto con una citazione a cui sono molto affezionata: “La felicità è reale, solo se condivisa”. La Su e Zo per i Ponti la prende decisamente alla lettera 🙂

Un grazie a tutti e vi aspettiamo l’anno prossimo, 7 aprile 2019!

Un abbraccio,

Chiara

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.