Chiudi

Su e Zo 2018: intervista a Mauro Forner, Coordinatore Su e Zo per i Ponti

Abbiamo intervistato Mauro Forner, che da alcuni anni coordina la Su e Zo per i Ponti di Venezia.

Quali sono le novità di questa quarantesima edizione ?
Per la 40° Edizione abbiamo davvero voluto fare le cose in grande! Innanzitutto il percorso dopo sei anni ritorna sul ponte di Rialto. Dopo il restauro è splendido! Per celebrare questo anniversario abbiamo istituito con Poste Italiane un annullo filatelico speciale che sarà disponibile in Piazza san Marco su cartoline speciali realizzate per la 40° edizione.

Qual è la sfida di organizzare ogni anno un evento del genere ?
Ogni anno crediamo di poter replicare l’anno prima semplicemente migliorando le criticità. Invece da una parte la voglia di crescere e dall’altra gli imprevisti, ci obbligano sempre a cambiare i programmi. Uno sponsor che si aggiunge, un permesso extra da chiedere, un volontario chiave che salta un anno e che quindi va sostituito. È una macchina complessa che a volte rischia di incepparsi in piccoli dettagli come una stampa non riuscita o un “ok” non comunicato. La bellezza però di vedere le cose funzionare è la grande soddisfazione di ogni event manager.

Qual è la cosa di cui sei più orgoglioso riguardo la Su e Zo ?
Le persone. Quando mi rendo conto che dietro ai partecipanti alla su e zo ci sono persone che organizzano gruppi, che si impegnano, che si ricordano che ogni anno c’è un appuntamento che li aspetta e si fanno avanti. E non solo loro, anche i volontari! Persone ad esempio che da anni aiutano alla su e zo e quando mi sentono parlare delle premiazioni, non hanno la più pallida idea di cosa siano, visto che magari da anni si occupano del ristoro più distante. Il lavoro nel nascondimento. Ma oltre ai veterani, ogni anno c’è un rinnovo di volontari che rappresentano la famosa foresta che cresce che permetterà davvero di farne altre 40 come minimo! Se siamo qui è solo grazie a loro

Lo Staff della Su e Zo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.