Chiudi

L’Itinerario Culturale della Su e Zo 2018

La 40° Su e Zo per i Ponti è inclusa nel calendario degli eventi dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, indetto dalla Unione Europea per il 2018, e l’Itinerario Culturale ad essa abbinato quest’anno assume per questo motivo una rilevanza ancora maggiore.

Nei prossimi giorni sul sito web della Su e Zo, alla pagina dedicata, pubblicheremo un poco alla volta alcune tappe dell’Itinerario Culturale, che in versione breve sarà presente sulla Mappa della Su e Zo distribuita a tutti i partecipanti il giorno della manifestazione, presso le biglietterie e i ristori, e in versione completa sarà disponibile in esclusiva sulla Su e Zo App che sarà rilasciata ufficialmente la prossima settimana.

Il tema dell’Itinerario Culturale di quest’anno trae ispirazione dalla Strenna 2018 che il Rettor Maggiore dei Salesiani di Don Bosco, don Ángel Fernández Artime, offre come riflessione a tutta la Famiglia Salesiana: citando il brano evangelico dell’incontro di Gesù con la Samaritana al pozzo (“Signore, dammi di quest’acqua!”), don Ángel presenta il pozzo come luogo d’incontro con Dio, sorgente di acqua viva.

Il soggetto del pozzo, particolarmente significativo del rapporto tra Venezia e l’acqua, ritorna nell’Itinerario Culturale della Su e Zo per i Ponti identificando il pozzo come luogo d’incontro con l’arte, la bellezza, l’architettura, la storia e la cultura della città. “Alla scoperta dei pozzi di Venezia” è un itinerario che ci conduce ad ammirare lungo il percorso della Su e Zo le molte vere da pozzo, balaustre di protezione che chiudono i fori dei pozzi per la raccolta dell’acqua piovana, autentiche opere d’arte sparse in ogni angolo della città. E assieme alle vere da pozzo anche i campi, le corti, i chiostri, i palazzi e i giardini di Venezia che le ospitano.

Si costruisce così l’Itinerario Culturale della Su e Zo per i Ponti, parallelo al percorso della passeggiata, dipanandosi di tappa in tappa, pozzo dopo pozzo, lungo tutti i sestrieri di Venezia. Dodici le tappe del percorso, due per ciascun sestriere.

in attesa di scoprire le tappe dell’Itinerario Culturale, leggiamo la speciale anteprima che è stata pubblicata nella Guida alla Su e Zo per i Ponti già in distribuzione presso tutti i punti vendita dell’evento.

Itinerario Culturale Su e Zo 2018 – Anteprima

a cura del Servizio Turismo Sostenibile della Città di Venezia
www.comune.venezia.it/content/benvenuti-venezia
www.veneziaunica.it/it/content/detourism-venezia

ALLA SCOPERTA DEI POZZI DI VENEZIA

Al di là degli itinerari più conosciuti – Piazza San Marco, il Ponte dei Sospiri e il Ponte di Rialto – ci sono intere zone di Venezia tutte da esplorare, dove si rivela l’anima autentica di questa città millenaria. Fra gli infiniti percorsi possibili per scoprire una Venezia diversa, l’itinerario suggerito dal Servizio Turismo Sostenibile della Città di Venezia ai partecipanti della 40° Su e Zo per i Ponti, nell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, ha per tema la scoperta dei pozzi di Venezia, una passeggiata nell’arte e nella storia, in luoghi al di fuori dei percorsi ordinari. Camminando per Venezia, infatti, vi potrà capitare spesso di imbattervi nelle vere da pozzo, le balaustre di protezione che chiudono i fori dei pozzi per la raccolta dell’acqua piovana, autentiche opere d’arte sparse in ogni angolo della città. L’inconfondibile aspetto di campi, corti, chiostri e giardini di Venezia non sarebbe tale senza i pozzi, oggi non più in uso ma per secoli elemento essenziale della vita quotidiana dei veneziani, almeno fino alla costruzione del primo acquedotto, alla fine dell’Ottocento. I pozzi, grazie ad un ingegnoso sistema per la raccolta e il filtraggio dell’acqua piovana, assicuravano ad una città costruita sull’acqua salmastra della laguna l’approvvigionamento di acqua dolce: “Venezia è in acqua et non ha acqua”, così infatti scriveva Marin Sanudo, storico e cronista veneziano, intorno ai primi anni del 1500. Il pozzo veneziano è una cisterna sotterranea per la raccolta, la depurazione e la conservazione dell’acqua piovana, e la vera da pozzo non è che la parte visibile del pozzo vero e proprio. Una ricca serie di vere da pozzo, alcune delle quali molto antiche, è conservata anche al Museo Archeologico e al Museo di Storia Naturale di Venezia.

Detourism è un progetto della Città di Venezia, compreso nella campagna di sensibilizzazione #EnjoyRespectVenezia, che ha l’obiettivo di far conoscere ai visitatori una Venezia diversa e promuovere un turismo sostenibile e in piena armonia con la vita quotidiana dei residenti.

Turismo Sostenibile della Città di Venezia

Il testo completo dell’Itinerario Culturale della Su e Zo per i Ponti 2018 sarà pubblicato in forma breve sulla Mappa della Su e Zo, in distribuzione il giorno stesso della manifestazione presso le biglietterie e lungo il percorso, e in forma completa in esclusiva sulla Su e Zo App disponibile da aprile 2018.

One thought on “L’Itinerario Culturale della Su e Zo 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.