Chiudi

Buona Pasqua… da Londra!

London @ EasterStiamo vivendo la settimana più importante per la cristianità: certi della importanza di trascorrere in armonia e con le persone più care questo momento di preghiera, vogliamo però dare anche uno sguardo al lato più lieve legato a questi giorni di festa. Nello specifico, fare una passeggiata lungo le strade di Londra e scoprire cosa ci riserva la tradizione inglese in questi giorni.

Si dice Pasqua e il pensiero corre alla cioccolata. Uova, coniglietti, praline… non importa sotto quale forma il cioccolato si presenta, Willy Wonka per primo si perderebbe ad ammirare le bellissime vetrine delle cioccolaterie a Chelsea (Demarquette: qui il cacao incontra i sapori orientali) o a Belgravia (l’Artisan du Chocolat: come non assaggiare la cioccolata al vino rosso?) come pure a St James’s (Prestat: i tartufi forse più famosi al mondo). Oltre alla festa per occhi e palato, si può proprio dire che la bravura dei maestri cioccolatieri diventa arte.
In questi giorni, nella capitale inglese non sarebbe difficile imbattersi in un grande coniglio pasquale, o “Easter Bunny”, inseguito da gruppi di bambini nella tradizionale “Easter egg hunt”, la caccia alle uova colorate: l’allegria riecheggerebbe da molti angoli pittoreschi.

Noi ne abbiamo scelto uno in particolare: Osterley Park. Il National Trust offre l’accesso a molte sue proprietà in occasione della Pasqua: location speciali dove nascondere le uova per la gioia di grandi e piccini. Osterley è una notevole struttura in mattoni rossi del 1576 in stile Tudor, in seguito rivisitata in gusto neoclassico. Il suo parco riserva splendidi orizzonti soprattutto in primavera, fra laghetti ornamentali e distese di boccioli. Non inseguireste anche voi qui il Bianconiglio?

Quest’anno avrà luogo anche la 66° edizione dell’Easter Weekend Charity Canoe Race, che vede la partenza dei partecipanti nello Wiltshire il Venerdì Santo, per terminare di fronte alla Houses of Parliament il giorno di Pasquetta. Canoe e kayaks che scivolano lungo i canali Kennet e Avon fino a giungere al Tamigi all’altezza di Reading, in una gara non stop della durata di 4 giorni. Sicuramente uno scorcio pittoresco da ammirare per chi passa davanti a Westminster al momento dell’arrivo.

Scivoliamo così verso la Pasqua, con un pizzico d’invidia verso chi è a Londra ora e può veramente vivere e provare queste tradizioni in prima persona!

Buona Pasqua a tutti!

Manuela

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.