Chiudi

“Chi ama educa” edizione 2012 – Pagina di diario.

Roberta, Federico, Bruna, Silvia, Katya, Alessandra, Elena e Attilio: il TGS Eurogroup al Convegno Salesiano di Pastorale Giovanile.

Tutte le foto del Convegno!

Ieri, Domenica 23 settembre 2012, un gruppo di Leader e membri del Direttivo TGS Eurogroup hanno preso parte al Convegno Salesiano di Pastorale Giovanile, dal titolo “Chi ama educa: Educatori in un mondo che cambia”, in programma all’Istituto Salesiano San Marco di Mestre (vedi precedente post).

Una bella occasione di ritrovo per tutta la grande e articolata famiglia del Movimento Giovanile Salesiano, a cui hanno preso parte gruppi provenienti da tutto il Triveneto, in rappresentanza di tante realtà dei Salesiani di Don Bosco e delle Figlie di Maria Ausiliatrice, all’inizio di un nuovo anno pastorale.

La giornata è stata coordinata dai rappresentanti della Pastorale Giovanile dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice, don Igino Biffi e suor Francesca Giachetto. Dopo una breve presentazione e un momento di preghiera siamo entrati nel vivo del programma del convegno, come sempre molto fitto e articolato.

Il primo intervento è stato del don Roberto Carelli, docente di Antropologia Teologica presso la sezione torinese della Facoltà di Teologia dell’Università Pontificia Salesiana, sul tema “L’educazione e l’evento della generazione”. Don Roberto ha sottolineato la necessità e l’urgenza di dare dignità culturale e visibilità pedagogica al fatto elementare che l’uomo è essenzialmente figlio, ciò che corrisponde pienamente al nucleo più profondo del disegno di Dio sull’uomo e su tutta la creazione.

Il secondo intervento ha visto protagonista il prof. Franco Nembrini, rettore della scuola paritaria “La Traccia” di Bergamo, approfondire il tema “Di padre in figlio. Conversazioni sul rischio di educare”. L’educazione è prima di tutto testimonianza di ciò in cui si crede e per cui si vive: il problema educativo riguarda non tanto i figli o gli alunni, che guardano e imparano quello che vedono, quanto piuttosto gli adulti che i giovani si trovano davanti quando guardano il mondo in cui stanno diventando grandi.

Dopo un primo momento di confronto in assemblea, che attraverso domande, commenti e osservazioni ha dato ulteriore spessore e approfondimento alla mattinata di lavoro, il Convegno si è interrotto per una ricca pausa pranzo, dando modo a tutti i presenti di scambiare idee e opinioni su quanto discusso in mattinata.

Nel corso del pomeriggio i partecipanti si sono suddivisi in tre grandi gruppi per i momenti di approfondimento coordinati dalla prof. Anna Maria Ajello (Università di Roma “La Sapienza”), don Aldo Giraudo (Università Pontificia Salesiana di Roma) e suor Caterina Cangià (LUMSA, UPS, Auxilium).

Ha concluso il convegno la celebrazione dell’Eucarestia, presieduta dal nostro nuovo Ispettore don Roberto Dal Molin, a cui l’assemblea ha dato un caloroso benvenuto. Don Roberto ha preso spunto dall’importante momento di confronto e riflessione offerto dal Convegno per augurare a tutti gli educatori presenti il suo personale augurio di buon lavoro per l’anno pastorale che è appena cominciato. Siamo certi che occasioni come quella di oggi possono dare una preziosa marcia in più alla formazione e alla motivazione di tanti giovani animatori di tutto il Triveneto… arrivederci dunque al prossimo Convegno a Settembre 2013!

Igino

Link correlati:
Tutti gli articoli di TGS Whiteboard dedicati al Convegno
Presentazione del Convegno su Donboscoland
Volantino del Convegno
Locandina del Convegno

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.