Chiudi

TGS Summer 2012 – Diario del 17.07

Olympic Torch Relay a Tunbridge Wells!

Un nuovo buongiorno oggi per gli studenti di Tonbridge… salutato ieri Don Samuel Gallardo, il testimone passa nella mani di Don Vanni Ghion cui sarà affidato il compito di guida del nostro gruppo mentre il caro Don Franco dall’Italia riferisce di attendere le pubblicazioni delle foto del “suo” gruppo e di leggere con interesse i nostri aggiornamenti quotidiani. Oggi però c’è un altro passaggio che i nostri gruppi attendono con trepidazione….

… Martedì 17 luglio: si entra nel vivo dell’atmosfera olimpica!

Mentre gli studenti di Caterham, Coulsdon e Guildford saranno impegnati in un’intensa mattinata di lezioni, i ragazzi di Tonbridge e Tunbridge Wells potranno essere avvolti ancora per qualche ora dal clima olimpico: tra poche ore, dopo 60 giorni di viaggio attraverso il Regno Unito, la torcia olimpica toccherà la splendida città di Tunbridge Wells! Non vi preoccupate, venerdì pomeriggio la fiamma passerà anche per Guildford!

La dorata torcia ha iniziato il suo viaggio circa due mesi fa da Land’s End, in Cornovaglia, toccando oltre 40 località inglesi. E’ la cosiddetta “Olympic Torch Relay”, la staffetta della torcia olimpica, che sta entusiasmando tutto il popolo britannico.

Tra le altre tappe più importanti, oltre a Tunbridge Wells e Guildford ovviamente, anche il Lake District, con i suoi vasti laghi luccicanti e le montagne torreggianti che hanno fatto da meraviglioso sfondo al passaggio della fiamma, diretta verso Bowness-on-Windermere a bordo di un vaporetto, e trasportata usando torce e lanterne.

Immaginate quale emozione proveranno i nostri ragazzi al passaggio del sacro fuoco di Olimpia…con il pensiero correranno insieme ai tedofori verso Londra…

Volete partecipare anche voi alle emozioni che proveranno i nostri studenti di Tonbridge e Tunbridge Wells al passaggio della torcia a Tunbridge Wells? Sintonizzatevi questa mattina alle ore 11.25 circa (ora inglese – ore 12.25 ora italiana) sul sito web ufficiale www.london2012.com e potrete vedere in diretta l’evento cittadino… e magari intravvedere ai lati della strada i nostri zainetti rossi (per Tonbridge) e gialli (per Tunbridge Wells)!

Il pomeriggio per Tunbridge Wells e Coulsdon proseguirà con la gita nella splendida cittadina di Rochester, mentre Tonbridge, Caterham e Guildford saranno alle prese con le entusiasmanti attività organizzate dagli instancabili leader!

Rochester, sulla costa del Kent, a cinquanta chilometri da Londra, è una piccola città che fu un castrum dei romani (da qui la finale chester) che costruirono anche un ponte sul Medway. Il fiume, che tocca la città ed è stato un’importante via di comunicazione, è sorvegliato dal poderoso castello costruito dai normanni nel XII secolo. Per secoli difese la strada per Londra.

La cattedrale, romanica, è la più antica in Gran Bretagna dopo quella di Canterbury. Venne fatta costruire dal 604 in poi dal vescovo Justus, inviato da papa Gregorio II per convertire gli inglesi.

Ma Rochester è stata anche la città più amata da Charles Dickens. Quest’anno la città è al centro dei festeggiamenti per i duecento anni dalla nascita dello scrittore (vedi precedenti post “Happy Birthday Charles Dickens!” e “Rochester, welcome to Dickens town“). Qui Dickens visse gli ultimi anni della sua vita e morì nel 1870. La definì «piacevole, piccola, linda, bella e prospera». Dickens è sepolto nell’Abbazia di Westminster, nel Poets’ Corner, ma il suo desiderio era quello di «essere tumulato nel piccolo cimitero sotto le mura del castello di Rochester» e una targa collocata all’interno della chiesa ricorda ciò.

Nelle vicinanze della cattedrale sorge Gad’s Hill, l’unica casa che lo scrittore acquistò in tutta la sua vita e che ebbe un forte valore simbolico. Il padre, John, contabile nei cantieri navali di Chatham andava spesso a passeggiare con il piccolo Charles. Ogni volta che passavano davanti a quella villetta di mattoni rossi, diceva al figlio: «Un giorno questo paradiso sarà nostro». A Gad’s Hill Dickens ospitò Hans Christian Andersen. Nel giardino venne montato lo “chalet svizzero” regalatogli dall’amico attore Charles Fetcher e arrivato smontato dalla Svizzera. In quello chalet furono scritti La piccola Dorrit, Grandi speranze, Il nostro comune amico, Il mistero di Edwin Drood. Lo chalet è stato trasportato nel centro di Rochester, nel giardino dell’Eastgate House, sulla High Street .

Insomma, avete visto quante emozioni vivono ogni giorno i nostri studenti?

Francesca, Alessandra & Igino

Live Update da COULSDON 

E’ già passata una settimana, il tempo vola… certo che queste giornate sono proprio intense e la scuola ne segna il ritmo, ma troviamo anche il tempo per rilassarci e divertirci insieme. Venerdì sera abbiamo respirato un po’ di italianità cucinando una buona pasta e festeggiando insieme il compleanno di Francesco.

Sabato abbiamo trascorso tutto il giorno a Londra e tra i principali capolavori che abbiamo ammirato, uno in particolare ci è rimasto nel cuore: la Tower of London. Abbiamo speso delle bellissime ore ammirando i gioielli della corona, armature e strumenti di tortura, corvi e leggende. Ce n’era per tutti i gusti!

Domenica abbiamo ospitato il gruppo di Caterham con cui abbiamo vissuto la Santa Messa. Sui canti siamo ancora un po’ carenti, ma contiamo di migliorare per la settimana prossima!

Ieri sera una splendida serata spaghetti ed oggi pomeriggio…  tutti a Rochester!

I Leader di Cousldon

Link correlati:
Sito web ufficiale London 2012
Sito web ufficiale Olympic Torch Relay London 2012
Sito web ufficiale Olympic Torch Relay
Live Webcam
Le gite di TGS Coulsdon & Tunbridge Wells 2012: Rochester
Tutti gli articoli di TGS Whiteboard dedicati ai corsi estivi in Inghilterra 2012

3 thoughts on “TGS Summer 2012 – Diario del 17.07

  1. BELLISSIMO cercare di intravedere i ragazzi tra la folla festante per il passaggio del fuoco olimpico. ANCORA UN ALTRO GRAZIE AL TGS PER QUESTA ULTERIORE E INASPETTATA EMOZIONE.

  2. Non sono riuscito a vederli, ma sapere che erano li , ci ha fatto sentire con loro a goderci il passaggio della staffetta olimpica.

    1. Sembrera’ strano..Ma con i ns ragazzi a Londra, mi sembra che la capitale inglese sia un po piu` vicina a noi…

Comments are closed.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.