Chiudi

TGS Summer 2012 – Diario del 10.07

Il “Maze”, labirinto del parco di Hampton Court, meta della gita pomeridiana di Tonbridge.

Primissimi giorni di scuola per i nostri ragazzi: dopo la fatica del test iniziale di ieri, gli studenti di Coulsdon e Tunbridge Wells oggi sono alle prese con il loro primo giorno di lezione! Che emozione! Gli insegnanti  li divideranno per classi in base al risultato del test e… via, si entra nel vivo della vita scolastica inglese.

Per Coulsdon e Caterham sarà una giornata intensa; le lezioni si svolgeranno eccezionalmente fino alle 16.30 e poi il divertimento culminerà alla sera con due fantastici appuntamenti: la prima serata Hall per Caterham, con giochi e divertimenti organizzati dai leader, ed il Welcome Meeting per gli studenti e le Host Families di Coulsdon che avranno modo di conoscersi divertendosi insieme. Come condividerete, l’orario delle lezioni è decisamente anomalo, ma è voluto. Un po’ più di lezione di inglese oggi (con una sessione dedicata alle Olimpiadi di Londra) per prepararsi al meglio alla gita di un giorno di domani. Mercoledì infatti i nostri ragazzi di Coulsdon e Caterham affronteranno il loro “appuntamento ravvicinato” con le Olimpiadi. Goderanno infatti di una giornata extra a Londra, in aggiunta alla tradizionale visita del sabato, interamente dedicata alla visita dei luoghi olimpici con tanto di guida interamente dedicata a loro. Ma… non vogliamo svelarvi di più e dedichiamo al nostro intervento di domani dettagli più approfonditi.  

Tunbridge Wells e Tonbridge, invece, oggi pomeriggio andranno in gita rispettivamente alle Seven Sisters ed ad Hampton Court.

Le bianche scogliere del Sud dell’Inghilterra sono uno dei simboli di cui la Gran Bretagna va orgogliosa. Le più spettacolari sono senza dubbio quelle di Seven Sisters nel Sussex. Qui i ragazzi di Tunbridge Wells, muniti di bicicletta, potranno avventurarsi nel meraviglioso “Seven Sisters Country Park” fino a raggiungere la spiaggia, dove i più temerari avranno la fantastica opportunità di fare il bagno nelle fredde acque della Manica.

Vi posso assicurare che l’emozione è talmente grande che anche l’acqua fredda passa in secondo piano.

Per chi non volesse pedalare, c’è la possibilità di raggiungere la vetta di una “Sorella” a piedi; il panorama è mozzafiato…una sconfinata distesa azzurra intervallata dalle onde che si infrangono sulle scogliere. E’ dai tempi dei tempi che la loro bellezza austera ha tenuto lontano gli invasori e accolto a braccia aperte gli stanchi marinai inglesi di ritorno dalla pesca o dalle battaglie.

La spiaggia  è facilmente raggiungibile e, tempo permettendo, c’è la possibilità di rilassarsi ascoltando il rumore del mare.

I ragazzi di Tonbridge, invece, si perderanno tra gli sfarzi eleganti e sublimi di Hampton Court Palace ed i segreti di Enrico VIII e delle sue mogli.

Questo grandioso palazzo reale sembra averle viste proprio tutte e oggi non poteva non essere una della massime attrazioni dell’Inghilterra. La Corte di Hampton venne costruita nel 1514 dall’allora Arcivescovo di York e cancelliere d’Inghilterra Thomas Wolsey e divenne nei secoli successivi uno dei luoghi principali della monarchia inglese. Forse sono pochi tuttavia coloro che conoscono la vera storia di questo splendido palazzo e cioè quella che ha la sua origine nei Cavalieri dell’Ordine di Malta.

I Cavalieri acquisirono il castello di Hampton nel 1236 usandolo per scopi commerciali legati al magazzino delle raccolte agricole. L’importanza del castello non sarebbe divenuta tale se non fosse stato per il cardinale Wolsey, al quale nel 1514  i Cavalieri affittarono il castello per un periodo di 99 anni (il tradizionale ‘lease’ britannico).

Il Cardinale ampliò notevolmente il castello con nuove estensioni, giardini e palazzi, trasformandolo in un nuovo complesso; vennero inoltre create le aree apposite ad ospitare la famiglia reale di Enrico VIII, della prima moglie Caterina d’Aragona e della figlia Maria. La bellezza del castello fu tale che successivamente il Re se ne impossessò dichiarando Hampton Court residenza reale.

E l’esplorazione dei nostri ragazzi non potrà che culminare nel labirinto di siepi, o “Hedge Maze”, piantato in onore di Guglielmo III di Orange. Questo enorme labirinto, le cui dimensioni raggiungono i 243.000 m², è ancora oggi uno dei più grandi di tutta Europa. Mi raccomando ragazzi, aiutate i leader ad uscirne!!!

Un’altra area di sicuro interesse e passaggio obbligato è il giardino Privy Garden. La sua geometria, fiori e piante e ordinate siepi, ne fanno uno dei giardini più belli d’Inghilterra. Nato come un giardino privato di Enrico VIII, poche furono le persone ammesse al suo cospetto, e anche quelle in favore reale non vi poterono fare visita se non all’inizio del XX secolo.

Hampton Court Palace, possiede ancora oggi un lato misterioso, legato ai personaggi che vi sono stati ospitati.  I fantasmi di Hampton Court sono forse tra le storie della Londra misteriosa più chiacchierate: la regina Jane Saymour, Anna Bolena o lo stesso re Enrico VIII, si dice siano stati avvistati dai visitatori più sensibili e attenti o addirittura dalle telecamere. Come venne sperimentato nell’ottobre del 2003 le telecamere di sorveglianza catturarono una indefinita sagoma molto assomigliante ad Enrico VIII, in abiti d’epoca e durante l’assenza di visitatori o sorveglianti e guardiani; la visione, ampiamente analizzata da seri studiosi e professionisti, rimane ancora oggi senza una plausibile spiegazione e l’immagine è passata alla storia come la maggiore prova della possibile ‘cattura’ di uno spirito del passato.

Buon divertimento ragazzi e attenti ai fantasmi…

Francesca

Live update da COULSDON

Ci ha scritto ieri Sally, agente scuola e insegnante del gruppo di Coulsdon, che così ci racconta le prime impressioni dopo il primo giorno di scuola:

“The Italian leaders are lovely and have all been very helpful, which makes our jobs easier.  Sadly, the weather looks like it’s going to be quite bad again this year, so the ‘mini-Olympics’ we are planning for tomorrow will have to be held inside after all.  Shame!”
“I leader italiani sono deliziosi e sono tutti stati di grande aiuto, ciò rende il nostro lavoro più semplice. Tristemente, il tempo sembra sia proprio brutto anche quest’anno, così che le ‘mini Olimpiadi’ che abbiamo pianificato per domani dovranno essere tenute al coperto alla fine. Che peccato!”

Sally, agente scuola

Sempre da Coulsdon ci scrivono oggi anche i Leader che ci raccontano del primo impatto con l’ambiente (e il tempo) inglese:

Arrivo a Coulsdon, dopo il viaggio in aereo, in orario e le famiglie, davvero molto accoglienti, ci stavano aspettando a braccia aperte. Che emozione per i ragazzi scoprire chi li avrebbe ospitati!
E che dire del lunedì mattina? Abbiamo iniziato scambiandoci informazioni sulla colazione e la cena del giorno precedente.
Dopo il buongiorno i ragazzi sono stati impegnati con i test per la suddivisione in gruppi di livello e successivamente, dopo il classico packed lunch, tutti al parco per i giochi di conoscenza.
Oggi ci aspetta un’intensa giornata da trascorrere a scuola e mercoledì LONDRA 2012!!!!! Non vediamo l’ora…!!!
Per quanto riguarda il tempo… fa freddo, tanto. Il tè bollente non basta a scaldarci!

i leader di Coulsdon

Link correlati:
Le gite di TGS Tonbridge 2012: Hampton Court Palace
Le gite di TGS Tunbridge Wells 2012: Seven Sisters
Tutti gli articoli di TGS Whiteboard dedicati ai corsi estivi in Inghilterra 2012

2 thoughts on “TGS Summer 2012 – Diario del 10.07

  1. Questi quotidiani aggiornanenti mi fanno vivere l’esperienza inglese con i ragazzi..un grande saluto ai leaders..

  2. mi complimento per l’impostazione di tutto il sito, è una possibilità non indifferente per noi genitori non tanto di “controllare” i nostri figli quando di condividere le loro esperienze. Il migliore ringraziamento va sempre a Don Bosco ispiratore di questo carisma che aiuta i nostri a crescere divertendosi! grazie

Comments are closed.

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.