Chiudi

Buon Primo d’Aprile!

Cari amici e lettori… sapete che giorno è oggi?

Il 1° Aprile, il giorno in cui, ignari, potreste girare con un bel pesce di carta attaccato alla vostra schiena, magari anche ora che state leggendo questo blog.…

Ma dovete sapere che l’usanza di burlarsi di qualcuno, appendendogli sulla schiena un pesce disegnato su carta, è una tradizione che ha origini molto antiche e misteriose, tanto da far nascere una leggenda che coinvolge addirittura Antonio e Cleopatra. Nessuno riuscirà a togliere l’alone di mistero che avvolge la festa del pesce d’aprile; un mistero che riporta all’antico Egitto. Sembra, infatti, che il primo pesce d’aprile risalga al 40 A.C., quando Cleopatra sfidò Marco Antonio a una gara di pesca. In quell’occasione il generale romano tentò di fare il furbo, incaricando un servo di attaccare all’amo una grossa preda che lo avrebbe fatto vincere, ma la Regina, scoperto il piano, diede ordine di far abboccare un grosso finto pesce in pelle di coccodrillo.
Ecco svelato l’arcano dell’usanza di attaccare sulla schiena di un ignaro soggetto un pesce di carta!
Il primo d’aprile non è una festa solo italiana. È una tradizione che, con sfumature e nomi diversi, vive in gran parte del mondo; dall’Inghilterra alla Francia, dall’Italia all’India, gli scherzi non mancano!

Nella tradizione anglosassone, ad esempio, tale data non ha nulla a che vedere con i pesci, come succede invece in Italia e le sue origini si perdono nella notte dei tempi. Prima dell’introduzione del calendario Gregoriano, infatti, il primo di Aprile corrispondeva con la fine dei festeggiamenti del nuovo anno che cominciavano il 25 Marzo.
Il nuovo calendario fu introdotto nel 1582, ma per parecchi anni molti continuarono la vecchia tradizione poiché non esistevano i mezzi di comunicazione moderna e molte zone della Gran Bretagna furono raggiunte dalla notizia del cambiamento di calendario con grandissimo ritardo.
A quanto pare chi continuava a festeggiare il capodanno al primo di Aprile veniva costantemente preso in giro e chiamato “Fool” (stupido).
Da qui avrebbe origine il termine April Fool, che con l’andare del tempo è andato ad includere anche gli scherzi che venivano preparati per l’occasione.

Negli ultimi due secoli la moda è dilagata ovunque ed oggi ha invaso ambienti anche tradizionalmente seriosi che per un giorno si lasciano andare a messinscene/imbrogli (hoaxes) e scherzi (practical jokes).

Persino giornali e televisioni considerate autorevoli ritengono il primo aprile un giorno lecito per far passare per informazione corretta bufale anche notevoli.

La BBC è uno dei canali più attivi in quest’ambito. Due gli scherzi della televisione britannica rimasti nella storia.

Il primo riguardava un reportage su un test relativo ad una nuova tecnologia che permetteva di trasmettere odori tramite le onde dell’aria. La cosa buffa è che molte persone chiamarono confermando che li avevano percepiti!

Il secondo è conosciuto con il nome di Swiss Spaghetti Harvest. Nel 1957 la BBC diffuse la notizia di un eccezionale raccolto di spaghetti nel sud della Svizzera, dovuto principalmente a un inverno mite. Il pubblico sentì Richard Dimbleby, speaker altamente rispettato, discutere i particolari del raccolto di spaghetti mentre venivano mostrate le immagini di una famiglia svizzera che estraeva la pasta dagli alberi degli spaghetti e la disponeva nei cestini. Il centralino dell’emittente televisiva fu tempestato di richieste di informazioni per quelle strane piante che non esistevano!

Uno scherzo più recente ha visto per protagonisti i Coldplay, che secondo un’intervista del primo aprile 2006 al Guardian  (completamente inventata) dichiaravano di essere diventati conservatori e di supportare David Cameron, vista la delusione provocata da Tony Blair. Per rendere più credibile lo scherzo il Guardian invitava i suoi lettori a scaricare una canzone chiamata ‘Talk to David‘ (Parla con David) scritta da Chris Martin per certificare le loro nuove idee politiche.

Pensate poi che in Scozia il pesce d’aprile dura due giorni: durante il secondo giorno, chiamato “taily day” (giorno delle natiche), gli scozzesi si divertono attaccando abilmente sul fondoschiena del “gawk” (lo sciocco) un cartello con la scritta “kick me” (prendimi a calci). L’ignara vittima diventa così April Gowk .

Il malcapitato, oltre alla beffa dello scherzo, quando scopre di esserne diventato vittima deve sopportare anche la burla: “April Fool!” (sciocco d’aprile, che corrisponde al nostro “pesce d’aprile!”).

Talvolta, e paradossalmente,  alcuni pesci d’aprile si sono rivelati una bufala anticipatrice: come nel caso della televisione britannica che al la fine degli anni ’80 presentò uno speciale tipo di walkman il “Chippy”, in grado di contenere centinaia di canzoni grazie ad un microchip. Una decina d’anni dopo fu inventato il lettore MP3!

Quindi, cari amici che dirvi: Buon April Fool’s Day a tutti e…attenti alle spalle!

Francesca

One thought on “Buon Primo d’Aprile!

  1. Ma visto che siamo in tema di scherzi, ecco una piccola carrellata degli scherzi più divertenti, dalla televisione ai giornali:
    – Una televisione tedesca riportò la notizia negli anni ’50 del crollo della torre di Pisa. Molte persone allarmate contattarono direttamente la televisione per maggiori informazioni
    – Nel 1980 la BBC riportò la proposta di un cambio nel famoso orologio della torre chiamata da tutti “Big Ben”. Il reporter affermò che si sarebbe installato un moderno orologio digitale
    – Nel 2004 la rete televisiva italiana Rai2 annunciò che la NASA aveva fatto una scoperta strabiliante su Marte: petrolio a quantità smisurate
    – Il quotidiano inglese “The Guardian” nel 1977 fece un pesce d’aprile degno di nota: inventò la nascita di un nuovo stato nelle isole di “San Serriffe” nel bel mezzo dell’oceano, dedicandoci un intero inserto di 7 pagine con tanto di foto e dettagli.
    Ma voi avete qualche idea particolare, qualche scherzo che volete condividere con noi?
    Segnalatecelo tra i commenti di questo post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.